Venerdì, 22 Febbraio 2019
LA TRAGEDIA

Donna psicopatica provoca incendio in un palazzo a Parigi, 10 morti e 31 feriti: arrestata

Tragedia a Parigi dove un incendio è divampato in un edificio di otto piani nella zona sud-occidentale della capitale francese intorno all’una di notte per cause ancora da accertare. Dieci le persone morte e 36 quelle rimaste ferite ma il bilancio potrebbe aggravarsi. Secondo la sindaca del XVI arrondissement, Danièle Gazzi, tra i morti c'è almeno un bambino piccolo.

L’immobile del 16mo arrondissement è poco distante dallo stadio del Parco dei Principi. Alcune persone sono scappate sui tetti vicini per sfuggire al fumo e alle fiamme e sono stati poi salvati dai pompieri. Sul posto sono intervenuti 200 vigili del fuoco.

"Per il momento l’ipotesi favorita è l'incendio doloso. Una persona è stata arrestata": lo ha annunciato il procuratore della Repubblica di Parigi, Remy Heitz, mentre i vigili del fuoco hanno finito di domare le fiamme nel XVI arrondissement di Parigi.

La persona arrestata è una donna che abitava nel palazzo della rue Erlanger andato in fiamme e che era stata fermata ai piedi dell’edificio questa notte.

Si tratta di un soggetto psicopatico, secondo quanto riferiscono fonti citate dalla tv BFM, mentre Le Parisien
aggiunge che mentre l’incendio era in corso la donna, 41 anni, stava tentando di dare fuoco anche a un’auto parcheggiata nei pressi. Era ubriaca ed ha spiegato il gesto parlando di una lite con un vicino.

"Abbiamo dovuto portare via molte persone, comprese alcune che si erano rifugiate sui tetti. Trenta sono state evacuate sulle scale", ha riferito il portavoce dei pompieri, Clement Cognon. Due edifici vicini sono stati evacuati per precauzione, la zona è stata isolata dalla polizia mentre si cercano sistemazioni per i residenti che non possono rientrare a casa.

Immagine di repertorio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X