Martedì, 13 Novembre 2018
REGIONE

L'Anas scrive a Musumeci: "Pronti a monitorare ponti e viadotti non di nostra competenza"

Anas ha ufficialmente confermato, con una lettera inviata al governatore Nello Musumeci, la «sua disponibilità a mettere a disposizione il proprio know-how a servizio della collettività, al fine di estendere le attività di controllo e monitoraggio, già costantemente svolto sui propri ponti, anche alle opere non di propria competenza, sulla rete stradale delle ex province regionali e del Cas, previa stipula di un accordo istituzionale con la Regione Siciliana».

La società ha proposto di fissare una data per la firma di una specifica convenzione per poter avviare quanto prima queste attività. Anas, ricorda in una nota, «svolge regolarmente il monitoraggio e controllo sui 1614 ponti e viadotti della rete di competenza, con le ispezioni periodiche previste dalle norme, nonché con l’installazione di avanzati sistemi di monitoraggio strumentale su alcune opere particolarmente rilevanti».

Da gennaio 2018 ad oggi sono state effettuate 5.077 ispezioni da personale specializzato su ponti e viadotti della rete Anas, compresi quelli delle autostrade A19 e A29. Il sistema di gestione di ponti e viadotti utilizzato, sottolinea la nota, è stato dettagliatamente illustrato al presidente della Regione Musumeci nel corso dell’incontro svoltosi il 24 agosto.

Dopo la presentazione il governatore ha chiesto ad Anas di adottare il proprio sistema di monitoraggio anche sulla rete stradale di competenza delle ex province regionali e del Cas. La richiesta è stata formalizzata dalla Regione con una lettera del 12 ottobre.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X