Giovedì, 15 Novembre 2018
IL BILANCIO

Maltempo in Sicilia orientale, la protezione civile:"Massimo sforzo per riportare la situazione alla normalità"

di

Sono diverse le zone sommerse dall’acqua a causa delle violenti piogge che si sono abbattute nelle scorse ore nella Sicilia orientale, in particolare tra Lentini e Francofonte. La sala operativa della protezione civile sta coordinando gli interventi hanno messo a dura prova diverse aree delle province di Catania, Siracusa e Ragusa.

Il responsabile della sala operativa della protezione civile regionale, Antonino Paladino, che si occupa del coordinamento sale operative territoriali e delle procedure di emergenza ha assicurato: “Nonostante ci siano diverse strade bloccate e numerose zone ancora allagate per fortuna è spuntato il sole. Noi stiamo lavorando per liberare le strade dai detriti con il massimo sforzo di coordinazione con Anas, dei Comuni interessati dal violento nubifragio, la città metropolitana di Catania, il Comune di Siracusa, personale e volontari della protezione civile. Nonostante le diverse criticità non ci sono stati né morti né feriti. Speriamo che nelle prossime ore possa tornare tutto alla normalità”.

Intanto dal comando dei vigili del fuoco di Catania la sala operativa ha registrato la richiesta di 41 interventi a Palagonia, 45 a Scordia, 18 a Ramacca. Da ieri un grande sforzo lavorativo per i vigili del fuoco della provincia etnea che hanno risposto a 78 chiamate d’intervento.

Oltre ai vigili del fuoco di Catania, sono impegnati anche i colleghi di Siracusa, Messina ed Enna, i nuclei sommozzatori di Catania e Palermo, e il nucleo elicotteri dei vigili del fuoco.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X