Domenica, 16 Dicembre 2018

L'uragano Michael visto dallo spazio, si sta rafforzando

L’uragano Michael è stato fotografato dallo spazio dal satellite Aqua della Nasa, mentre dalle coste occidentali di Cuba si muove verso la Florida, rafforzandosi. Classificato inizialmente di categoria 1, la più bassa in una scala di 5 che misura, in base alla velocità dei venti, l’intensità di un uragano e quella dei danni che può provocare, Michael sta crescendo d’intensità. Secondo gli esperti del Centro nazionale uragani degli Stati Uniti (Nhc), potrebbe diventare “il più intenso mai visto sulla Florida”.

Le immagini all’infrarosso realizzate dallo strumento AIRS (Atmospheric Infrared Sounder) a bordo del satellite Aqua mostrano, in particolare, alcune “formazioni nuvolose fredde, con temperature che precipitano fino a -53 gradi centigradi”.

L’uragano Michael sulle costedi Cuba, in rotta verso la Florida, fotografato dal satellite Aqua della Nasa (fonte: NASA Worldview, Earth Observing System Data and Information System/EOSDIS)

Queste nuvole, secondo gli esperti della Nasa “sono in grado di produrre piogge molto intense”. Un altro strumento del satellite Aqua, lo spettrometro Modis (Moderate resolution imaging spectroradiometer), ha inoltre permesso di scattare immagini nello spettro visibile che mostrano molto bene l’occhio del ciclone sull’isola di Cuba, “mentre è in movimento verso Nord a una velocità di circa 19 chilometri orari”, hanno aggiunto gli esperti del Centro nazionale uragani. I dati indicano che l’uragano ha generato finora venti che soffiano con raffiche a un massimo di 155 chilometri orari. Gli esperti non escludono, però, che l’uragano Michael possa intensificarsi nei prossimi giorni.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X