Martedì, 23 Ottobre 2018
GOVERNO

Pace fiscale, Salvini: "Riguarderà tutti i debiti fino a 500mila euro". Tensione nei mercati, lo spread tocca quota 310

La pace fiscale?  Il ministro dell'Interno Matteo Salvini chiarisce che riguarderà tutti i debiti "fino a 500mila euro" e sarà un intervento "a saldo e stralcio" non solo su interessi e sanzioni ma anche "sul capitale". E sottolinea che "non sarà una classica rottamazione ma un intervento a gamba tesa".

"La pace fiscale che voglio portare fino in fondo - ha aggiunto - è quella di milioni di italiani costretti a vivere da fantasmi che hanno fatto la dichiarazione dei redditi e poi gli andata male e si portano dietro cartella che non pagheranno mai".

"Se uno non ha 40mila euro non ne ha nemmeno 35mila". Dunque, ha aggiunto Salvini, la pace fiscale dovrà riguardare "milioni di italiani che hanno fatto la dichiarazione dei redditi, non quelli che non l'hanno fatta e hanno poi quattro Ferrari, e poi il negozio gli è andato male hanno dovuto aiutare il figlio che ha perso il lavoro, hanno subito la crisi o quello che volete e si portano dietro una cartella esattoriale che non riusciranno mai a pagare".

"Se hai un debito di ottantamila euro non è che se te ne chiedo settanta rateizzati tu me li dai - ha concluso il ministro - Se te ne chiedo il 15% io Stato incasso quello che non avrei mai incassato e tu torni a lavorare e a pagarci sopra le tasse".

Alta tensione intanto sui mercati. Lo spread Btp-Bund ha sfiorato quota 310 punti base. Il differenziale di rendimento tra Btp e Bund si è allargato fino a 309,8 punti contribuendo all'ulteriore peggioramento di Piazza Affari, dove il Ftse Mib cede il 2,48%, travolto dal crollo dei bancari, con Carige che cede il 6,8%, Banco Bpm il 6,5% e Mps il 5,4%. Debole anche l'euro che scambia a 1,147 sul dollaro

Il livello toccato oggi rappresenta un massimo dallo scorso maggio, quando la formazione del governo aveva esposto l'Italia ad un'elevata tensione sui mercati. Lo
spread sul Btp a due anni è a 162, quello a dieci anni è a 307.

"Riguardo allo spread a 300 vorrei dire che siamo di fronte allo scontro tra economia reale e quella virtuale, tra vita vera e realtà finanziaria. Se volessi pensare male crederei che c'è chi agita lo spread perché torna l'Italia che cresce e non è quella che svende le sue aziende", ha commentato Salvini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X