Mercoledì, 19 Settembre 2018

Grandi chef a Taste of Roma a confronto sul tema Arte

(ANSA) - ROMA, 12 SET - Sarà un'edizione all'insegna dell'arte, in tutte le declinazioni, Taste of Roma 2018 che alla settima edizione, dal 20 al 23 settembre ai Giardini pensili dell'Auditorium Parco della Musica, mette in scena oltre 20 fuoriclasse della cucina italiana e 72 portate realizzate al momento. Gli amanti della buona tavola e del lusso a prezzi alla portata dei più potranno scegliere tra le diverse creazioni, componendo il proprio menu, tra le proposte già online sul sito tasteofroma.it. Nell'Anno del cibo italiano del mondo ogni chef presenterà un ''piatto d'autore'' ispirato a una forma d'arte, facendo scoprire al pubblico anche passioni meno note dei protagonisti di Taste of Rome, come quella per la pittura di Heinz Beck. Una quattro giorni di incontri diretti, conversazione e degustazione con gli chef stellati o alla ribalta dei ristoranti: Achilli Enoteca Al Parlamento, chef Massimo Viglietti; Acquolina, chef Angelo Troiani; All'Oro, chef Riccardo Di Giacinto con i suoi macaron romani e il ''riassunto di carbonara''; Barrique, chef Oliver Glowig; Bistrot 64, chef Kotaro Noda che porterà anche gli spaghetti di patate vincitori a Dubai del premio 'Tast of the World'; Finger's, chef Roberto Okabe; Glass Hostaria, chef Cristina Bowerman; Il Convivio Troiani, chef Daniele Lippi; Imàgo all'Hassler, chef Francesco Apreda; La Pergola - Hotel Rome Cavalieri, unico tre stelle Michelin con lo chef Heinz Beck; La Terrazza Hotel Eden, chef Fabio Ciervo; Magnolia, con lo chef Franco Madama; Metamorfosi con lo chef Roy Caceres; Mirabelle Hotel Splendide Royal con lo chef Stefano Marzetti; Per Me con lo chef Giulio Terrinoni; ristorante Il Tino con lo chef Daniele Usai; Tordomatto con lo chef Adriano Baldassarre.

Mentre Paolo Trippini, Andrea Provenzani e Adriano Baldassarre, Maestri in Cucina Ferrarelle, insieme ai pizzaioli Salvatore Grasso, Massimo Giovannini e Pier Daniele Seu presenteranno ricette inedite per la pizza. ''Taste of Roma è l'unico evento dove poter "assaggiare" i grandi chef, - sottolinea Mauro Dorigo, General Manager di BE.IT. events che ha promosso una presentazione dell'appuntamento in Vespa e Ape ispirandosi al film 'Vacanze Romane' - Il rapporto tra Roma e la manifestazione vanta da sempre un feeling speciale, l'atmosfera che si crea di anno in anno si fa sempre più magica, merito anche, dell'ormai storica location dove, per la prima volta, verranno allestite 18 cucine, tre in più rispetto allo scorso anno. Lavoriamo con e per il cibo da anni, per noi rappresenta una delle massime espressioni artistiche che coinvolge i cinque sensi''. Anche il pubblico potrà quest'anno cimentarsi ai fornelli, con sfide sulla pasta alla carbonara in brigate composte da curiosi e amatoriali.(ANSA).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X