Martedì, 25 Settembre 2018

Riapre l'abbazia di Nonantola, danneggiata dal sisma

Viaggi
© ANSA

MODENA -Un luogo di culto con oltre un millennio di storia: Nonantola si riappropria della sua abbazia, danneggiata a causa del sisma del 2012. L'attesa giornata che vedrà la riapertura avverrà domenica 16 settembre. La nascita dell'abbazia risalirebbe addirittura al 752.
Ci sono voluti oltre due chilometri di cavi in acciaio per mettere in sicurezza l'abside, la facciata ed il tetto della abbazia. Inoltre, durante i lavori, è stato eseguito un complessivo restauro delle opere d'arte presenti all'interno ed anche alle pareti. I lavori hanno avuto un costo complessivo di 1,7 milioni di euro, grazie al contributo della Regione, della Cei, del Ministero dei Beni Culturali e anche degli sms solidali: quest'ultima voce ha portato 250mila euro.
Dopo i saluti istituzionali di Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna, Federica Nannetti, sindaco di Nonantola, e Sabina Magrini, direttore del segretariato regionale del Mibac, domenica, a partire dalle 16 alla Torre dei Modenesi, il cuore della giornata sarà la solenne concelebrazione eucaristica delle 17 nella rinnovata basilica abbaziale, presieduta da monsignor Erio Castellucci, arcivescovo abate di Modena-Nonantola, con altri vescovi e con il Capitolo abbaziale.
La riapertura al culto sarà sottolineata dall'avvio dell'Anno Santo Giubilare concesso da papa Francesco: all'inizio della celebrazione l'arcivescovo Castellucci aprirà la Porta Santa della basilica, che rimarrà aperta fino al 31 dicembre 2019. A seguire verranno svelate le opere d'arte restaurate in occasione dei lavori di recupero.
Al termine della celebrazione è prevista una visita guidata condotta dai progettisti e un rinfresco in via Marconi, offerto dai commercianti del paese.
L'ingresso in basilica per i fedeli sarà possibile dalle 16.30, accedendo soltanto dalla porta laterale lato nord. Per ragioni di sicurezza potranno entrare solo un numero limitato di fedeli (500), che potranno prendere posto nella parte inferiore delle navate e seguire la proiezione della celebrazione attraverso uno schermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X