Martedì, 18 Settembre 2018

Pesa 180kg e muore, fratello chiede Tac per obesi in Puglia

Salute e Benessere
Un controllo diagnostico
© ANSA

  Luca Vecchione, un 45enne di Leporano (Taranto), è morto nell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto domenica scorsa. "Pesava 180 chili ed era altro un metro e 90 centimetri - racconta suo fratello Giulio - e non è stato possibile fargli una Tac perché in Puglia non ci sono macchinari adatti ai grandi obesi". Vecchione sottolinea che suo fratello "aveva molte patologie, e sarebbe morto comunque: perciò - precisa - oggi non chiedo giustizia o un risarcimento danni, quello che voglio è un piano per l'acquisto di Tac per grandi obesi, affinché a nessun'altro succeda quello che è successo a mio fratello". Luca era andato in ospedale giovedì dopo essere caduto in casa, fratturandosi il braccio e il femore. Dopo due giorni ha cominciato ad avere problemi allo stomaco: "Ogni volta che beveva o mangiava - racconta Giulio - vomitava. Ed era diventato stitico. Probabilmente nella caduta aveva subito danni all'apparato digerente". "Stava molto male - conclude - e quando l'hanno portato in rianimazione è morto".
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X