Giovedì, 22 Novembre 2018

I paradisi del surf. Le 10 migliori spiagge per cavalcare l'onda

  Da quest’anno il governatore della California Jerry Brown ha dichiarato il surf “sport nazionale di Stato”, ufficializzando così la filosofia di migliaia di giovani che vivono il mare cavalcando le onde su una tavola. Nato sulle coste hawaiane negli anni Venti, il surf ha raggiunto l’apice del successo in California negli anni Cinquanta e Sessanta. Cantato da band famose come i Beach Boys e immortalato in film indimenticabili come “Un mercoledì da leoni” e “Point Break”, il surf è amato e praticato da generazioni di sportivi. Tornei, festival e campionati in giro per il mondo l’hanno reso uno sport popolare e diffuso ma solo nel 2020, per la prima volta nella storia, diventerà una disciplina olimpica. D’altronde la West Coast è un vero paradiso per i surfisti di tutto il mondo: ogni anno, migliaia di appassionati si riversano lungo la costa che si affaccia sul Pacifico per prendere le onde e fare acrobazie. “Nessuno sport può rappresentare meglio il sogno californiano - ha dichiarato dopo la firma della legge il deputato Al Muratsuchi, promotore e appassionato di surf – inteso come la continua ricerca di opportunità di vivere in armonia con la natura”. Ma la California non è la sola a regalare onde alte e potenti da sfidare: ovunque nel mondo si può volteggiare tra i cavalloni su tavole colorate e dai materiali sempre più tecnologici. Ecco dieci località per chi ama surfare e per chi, semplicemente, è alla ricerca di spiagge uniche al mondo dove osservare i volteggi sportivi dei campioni del surf e immergersi nel loro stile di vita tra pullmini e truck stipati di attrezzatura nautica, tavole conficcate nella sabbia e capanni attrezzati con mute e calzari.

Pismo Beach, California
E’ una delle tante spiagge della contea di San Luis Obisbo, nel cuore della California, a metà strada tra San Francisco e Los Angeles. La spiaggia di Pismo è una gigantesca distesa di sabbia bianca dell’omonima cittadina affacciata sull’oceano e caratterizzata da onde spettacolari, che richiamano surfisti da tutto il mondo. Ogni mese ospita festival e manifestazioni legate al surf.

Snapper Rocks, Australia
L’Australia offre alcune delle migliori spiagge per chi pratica il surf; tra queste la bellissima Gold Coast, sulla costa del Queensland, conosciuta anche con il nome di “Surfers Paradise”, offre 70 chilometri di spiaggia dorata e alcuni dei più famosi point break, i luoghi dove si rompe l’onda: The Spit, Main Beach, Narrowneck, Palm Beach e Mermaid. Sul lato nord di Point Danger, all’estremità meridionale di Rainbow Bay, c’è Snapper Rocks, una lunghissima lingua di spiaggia dorata con uno sperone roccioso che i surfisti chiamano “Superbank”, un luogo perfetto per adrenalinici salti con la tavola.

Honolua Bay, Hawaii
I surfisti amano molto Honolua Bay, sull’isola di Maui, la seconda più grande delle Hawaii, perché qui le onde sono sempre ottime e, soprattutto d’inverno, sono garantiti gli “swell”, le mareggiate. La spiaggia sorge nella zona nord-occidentale dell’isola e spesso regala emozionanti avvistamenti di balene. E’ senza dubbio il luogo migliore e più famoso dove praticare surf, soprattutto per chi è già esperto.

El Cotillo, Canarie
E’ una delle località più famose di Fuerteventura, l’isola del vento e del surf dell’arcipelago spagnolo delle Canarie. Sulle spiagge bianchissime e selvagge di El Cotillo, a nord-ovest dell’isola, le onde sono incredibilmente potenti e il suo point break è tra i migliori d’Europa, adatto ai veri esperti della tavola. Playa del Castillo, del Ajibe, playa de la Cueva e del Aguila sono le spiagge più belle, frequentate dagli amanti del surf.

Sorake Beach, Sumatra
Nel sud dell’isola di Sumatra, in Indonesia, la spiaggia di Sorake è una vera leggenda per i surfisti di tutto il mondo, rapiti dalla potenza delle onde e dalla bellezza naturale che circonda la spiaggia. Dalla primavera all’autunno inoltrato il mare regala onde perfette e uno dei migliori point break destri, cioè un luogo dove l’onda rompe progressivamente attorno a un punto e consente di surfare solo dalla parte destra. Anche qui la spiaggia è consigliata agli sportivi più esperti.

Peniche, Portogallo
Il tranquillo borgo di pescatori di Peniche, situato sulla costa atlantica a nord di Lisbona, è una delle mete europee preferite dai surfisti. In particolare la spiaggia di Supertubos, a sud del porto, è la più frequentata perché regala onde di ogni altezza e di ogni potenza, perfette per praticare il “tubing”, cioè la possibilità di surfare all’interno della galleria formata dall’onda.

Playa Dominical, Costa Rica
E’ la mecca centroamericana del surf: la lunga spiaggia sabbiosa del piccolo villaggio Dominical, nella provincia meridionale di Puntarenas, in Costa Rica, è famosa in tutto il mondo per le sue altissime onde e per la fitta vegetazione che la circonda. Le temperature calde tutto l’anno rendono Dominical il luogo ideale per i surfisti più esperti, che spesso campeggiano in spiaggia in attesa dell’onda perfetta.

Jeffreys Bay, Sudafrica
Da giugno ad agosto la spettacolare località sudafricana, a un’ora d’auto da Port Elizabeth, garantisce onde gigantesche; qui il vento costante gonfia il mare alla perfezione e rende la baia uno dei luoghi più amati dai surfisti che accorrono da tutto il mondo per riuscire a compiere cavalcate lunghe fino a 300 metri. La località è un susseguirsi di scuole e di surf camp per sportivi di ogni livello e capacità; la baia, infatti, è suddivisa in vari sezioni per surfisti di ogni livello: Kitchen Windows, Magna Tubes, Boneyards e Supertubes.

Siargao Island, Filippine
E’ adatta soltanto ai surfisti più esperti Siargao Island, isolotto a forma di lacrima a est dell’arcipelago delle Filippine. Qui, su spiagge ricoperte da vegetazione e intervallate da rocce e spuntoni, onde impetuose si schiantano su una barriera corallina poco profonda, quindi, spesso pericolosa. È un luogo poco turistico, circondato da molte isole inesplorate e da spiagge mozzafiato, frequentate soprattutto dagli amanti più avventurosi della tavola.

Biarritz, Francia
E’ la storica località europea dove fare surf, nonostante le temperature sempre piuttosto fredde: affacciata sulla costa basca a sud-ovest della Francia, l’elegante cittadina di Biarritz offre spiagge grandi e sabbiose che regalano onde lunghe e alte, perfette per ogni tipo di pratica di surf. Simbolo di Biarritz è la Rocher de la Vierge, uno scoglio che affiora dal mare e sulla cui cima c’è una statua della Vergine Maria e da dove si gode un’ampia veduta della baia di Biscay.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X