Venerdì, 16 Novembre 2018

Tempo di Douja d'Or, Asti diventa capitale del vino

Terra e Gusto
© ANSA

(ANSA) - ASTI, 7 SET - "L'economia del vino che si esprime in piazze e palazzi storici di Asti": è la 52/esima edizione del Salone nazionale di vini selezionati Douja d'Or, inaugurata oggi ad Asti e in programma fino al 16 settembre. Ben cinquanta le iniziative che si alterneranno in questi dieci giorni, per un evento enologico - sottolinea il presidente della Camera di Commercio di Asti, Erminio Renato Goria, "che fa vivere la città nella sua bellezza".

La Douja quest'anno si svolge in nove location cittadine, tra cui piazza Roma. Qui sono stati allestiti il mercatino dei prodotti tipici e i banchi per l'assaggio delle 283 etichette di vini doc, docg, igp e bio di 175 case vinicole italiane premiati dal 46/esimo concorso enologico Douja d'Or. Palazzo Ottolenghi ospita il mercato dei vini italiani, Palazzo Alfieri la Douja del Monferrato, il Vermouth collage e la Scuola Alberghiera Afp di Via Asinari i piatti e i dolci 'd'autore. In piazza San Secondo, infine, ci sono i consorzi di vino del Piemonte.

"Asti si è trasformata in cittadella del vino", dice il sindaco Maurizio Rasero, la "capitale italiana del vino italiano" secondo il presidente di Unioncamere Piemonte, Ferruccio Dardanello.

Domani è in programma "l'apertura del villaggio del festival delle Sagre, il ristorante all'aperto più grande d'Europa" ricorda Goria, con 41 pro loco e oltre 80 piatti della tradizione contadina cucinati; domenica mattina c'è invece la sfilata dei 3 mila figuranti che interpretano spaccati di vita del passato nelle campagne del Monferrato. (ANSA).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X