Domenica, 23 Settembre 2018
CASTROVILLARI

Escursionisti travolti dal torrente in Calabria, la procura apre un'inchiesta per omicidio colposo

La Procura della Repubblica di Castrovillari ha aperto un fascicolo contro ignoti ipotizzando i reati di omicidio colposo, lesioni colpose, inondazione e omissione d'atti d'ufficio per la tragedia del Raganello. Lo ha riferito il procuratore Eugenio Facciolla.

Al momento non è stata disposta l'autopsia sui corpi delle vittime. "Il primo pensiero - ha detto Facciolla - è salvare più gente possibile e poi identificare le vittime. Nel pomeriggio valuteremo". I corpi, comunque, presentano i traumi tipici del trascinamento in acqua.

Sulla tragedia intanto interviene il sindaco di Civita Alessandro Tocci: "Stavamo lavorando assieme alle altre comunità (San Lorenzi Bellizzi, Cerchiara, Francavilla e con il supporto del Parco nazionale del Pollino, ndr) per poter regolare l'accesso alle gole del Raganello, ma oggi quello che è centrale per me è pensare alle vittime, ai feriti e ai loro familiari". "Domani - ha aggiunto Tocci - ci dovremo mettere attorno ad un tavolo per stabilire quello che si dovrà fare. Quello che pesa in questa circostanza è la perdita delle persone".

"Negli ultimi anni - ha detto ancora - è aumentato di molto nelle gole del Raganello il fenomeno del torrentismo. E' facile adesso sparare nel mucchio e dire cosa bisognasse fare. Per parte mia, mi sento con la coscienza tranquilla, anche di più".

Si è recato sul posto anche il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa. "Sono appena arrivato a Castrovillari, all'ospedale dove sono ricoverati alcuni feriti della tragica gita nel Pollino. Tra di loro ci sono anche alcuni bambini. Sono momenti di grande dolore e preoccupazione. Io ho voluto fortemente essere qui, accanto a queste persone sofferenti, per far sentire anche alle loro famiglie la vicinanza non solo mia ma di tutto il governo". Costa lo ha scritto su Facebook, spiegando che "più tardi farò il punto della situazione con i soccorritori, che non smetterò mai di ringraziare. Ma adesso è il momento della vicinanza e del cordoglio, ora voglio stringere in un abbraccio chi è ferito e soprattutto le famiglie di chi ha perso la vita durante quella che doveva essere solo una gita in un parco".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X