Mercoledì, 14 Novembre 2018
IL CASO

Nave Diciotti, Salvini: "Intervenga l'Ue o porteremo i migranti in Libia"

migranti, nave diciotti, Sicilia, Politica
Il ministro dell'Interno Matteo Salvini, vicepremier e leader della Lega

"O l'Europa decide seriamente di aiutare l'Italia in concreto, a partire ad esempio dai 180 immigrati a bordo della nave Diciotti, oppure saremo costretti a fare quello che stroncherà definitivamente il business degli scafisti. E cioè riaccompagnare in un porto libico le persone recuperate in mare". Lo afferma il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

"Ottantamila sbarchi in meno dall'inizio dell'anno e 32mila in meno in quasi due mesi e mezzo da ministro. Sono risultati ottimi ma non mi accontento", aggiunge Salvini. Oggi Malta ha fatto sapere che per i migranti a bordo della Diciotti "l'unica soluzione finale è di sbarcarli a Lampedusa o in un porto italiano".

Giorni fa, La Valletta ha affermato che "l'Italia non ha appigli legali per chiedere" a Malta "di fornire un porto sicuro per questo ultimo caso".

Secondo  il ministro degli Interni maltese Michael Farrugia, la Guardia costiera italiana "ha intercettato i migranti all'interno del SAR maltese soltanto per impedirgli di entrare nelle acque italiane".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X