Domenica, 16 Dicembre 2018

Ferrari: trimestrale record, +18,1% utile netto

Ferrari chiude un'altra "trimestrale record", l'ultima targata Sergio Marchionne. L'utile netto è pari a 160 milioni di euro, +18,1% rispetto all'analogo periodo 2017. L'ebitda adjusted del trimestre è pari a 290 milioni di euro, +7%, con un margine che si colloca al 31,9%. L'ebit adjusted è pari a 217 milioni (+7,5%), in crescita per i maggiori volumi (12 milioni di euro), ottenuti grazie alla 812 Superfast e alle famiglie 488 e GTC4Lusso, a cui si aggiungono le prime consegne della Ferrari Portofino.

Ferrari: confermati i target per il 2018

Ferrari conferma l'outlook per il 2018: consegne oltre 9.000 unità incluse le supercar, ricavi netti maggiori di 3,4 miliardi di euro, ebitda adjusted maggiore o uguale a 1,1 miliardi, indebitamento industriale netto inferiore a 400 milioni inclusa una distribuzione dei dividendi ai possessori di azioni ordinarie e esclusi potenziali riacquisti di azioni. Spese in conto capitale pari a 550 milioni.

Ferrari: ricavi trimestre a 906 mln, 2.463 consegne 

Ferrari ha chiuso il secondo trimestre 2018 con ricavi netti pari a 906 milioni di euro, in calo di pochi milioni, ma in aumento del +1,4% a cambi costanti. le consegne totali sono pari a 2.463 unità, in aumento di 131 unità (+5,6%). Questo risultato - spiega la casa di Maranello - è stato trainato da un aumento del 22,6% delle vendite dei nostri modelli a 12 cilindri (V12), mentre i modelli a 8 cilindri (V8) sono aumentati dell'1,0%. La solida performance dei modelli V12 è stata guidata principalmente dalla 812 Superfast. La regione Emea ha registrato un aumento del 7,2% con una ripresa nel Medio Oriente, le Americhe del 6,6%. Cina, Hong Kong e Taiwan, su base aggregata, sono cresciuti del 26,4% mentre il resto dell'Apac ha registrato una flessione di alcune unità a causa della Ferrari Portofino, lanciata di recente e non ancora arrivata sul mercato.

Ferrari: indebitamento netto 472 mln, in linea con fine 2017

L'indebitamento industriale netto della Ferrari al 30 giugno 2018 è pari a 472 milioni di euro, dopo il riacquisto di azioni proprie per 30 milioni e il pagamento dei dividendi per 136 milioni (inclusi 2 milioni di dividendi alla partecipazione di minoranza), sostanzialmente in linea con i 473 milioni al 31 dicembre 2017.

Ferrari: Capital Market Day sarà 17 e 18 settembre

La Ferrari terrà il 17 e 18 settembre il Capital Markets Day. Il management illustrerà "i piani e le iniziative in atto per raggiungere gli obiettivi di medio termine al 2022, annunciati in precedenza dalla società".

Ferrari: addolorati per la perdita di Marchionne

"Siamo addolorati per la perdita di Sergio Marchionne e i nostri pensieri vanno ai suoi cari. La società conferma l'impegno a perseguire i valori da lui incarnati e a realizzare la sua visione con immutata determinazione, ambizione e passione, nel solco dell'eredità di Enzo Ferrari". Lo afferma la Ferrari nella nota sui conti del secondo trimestre.

Ferrari: Camilleri, secondo trimestre molto solido

"E' stato un trimestre molto solido", che ha permesso alla Ferrari di confermare gli obiettivi del 2018. Lo ha detto, Louis Camilleri, nuovo ad della casa di Maranello nella conference call sui conti del secondo trimestre. "Abbiamo un buon portafoglio ordini. Un portafoglio prodotti meraviglioso da tutti i punti di vista. Ho fiducia in una crescita di successo", ha aggiunto. "Sono onorato di essere il ceo di questo gioiello di azienda", ha detto Camilleri. "Sono stato chiamato per portarla al prossimo livello", ha aggiunto. Camilleri ha assicurato il suo totale impegno per gestire l'azienda.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X