Venerdì, 20 Luglio 2018

Migranti, cinquanta attivisti si incatenano di fronte al Ministero dei trasporti: "Aprite i porti"

Protesta degli attivisti della rete #RestiamoUmani davanti al ministero dei Trasporti a Roma contro la chiusura dei porti. Circa cinquanta manifestanti si sono incatenati alla scalinata di ingresso.

Una manifestazione, spiegano gli attivisti «per protestare in modo pacifico e non violento contro la politica dell’attuale governo che, con la connivenza dell’Ue, sta causando l’aumento esponenziale del numero di persone che muoiono in mare nel tentativo di raggiungere le coste europee».

Gli attivisti con giubbotti di salvataggio e salvagenti, hanno inoltre aperto uno striscione con scritto «Naufragi di Stato». Tra i manifestanti anche rappresentanti delle ong Seawatch e Open Arms. Sono poi intervenute le forze dell'ordine.  Gli attivisti della rete Restiamo Umani incatenati all ingresso del ministero delle Infrastrutture sono stati portati via di peso dalla polizia dopo la rimozione delle catene da parte dei vigili del fuoco.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X