Mercoledì, 14 Novembre 2018

Si celebra la giornata mondiale del Bacio: ecco quelli più famosi del cinema

Ci sono giornate per tutto, c'è più di un sito che le calendarizza per non perderne nessuna, da quelle che sensibilizzano sulle malattie rare a quelle sulla tigre, gli hamburger, gli Ufo e via di fantasia.

Oggi ad esempio è la Giornata mondiale del bacio ed è una bella scusa per baciarsi visto che il bacio è con l'abbraccio il gesto universale dell'amore.

Impegna 35 muscoli facciali, 112 muscoli posturali e circa 80 milioni di batteri, ma fa un mondo di bene.

Il World Kiss Day è nato in Inghilterra nel 1990 ed è diventato molto popolare, dando origine a collezioni di moda, menù appositi nei ristoranti e soliti corollari commerciali.

E anche un gran numero di studi sul tema. Ecco alcuni risultati interessanti: solo in 46 culture su 168 ci si bacia in modo romantico o sessuale.

Le società più complesse sono quelle in cui ci si bacia più spesso.

Nella nostra vita ci scambiamo circa 100mila baci.

Ricerche mostrano come baciarsi di frequente possa allungare la vita fino a 5 anni.

Il bacio ha grandi poteri in tema di salute persino abbassare la pressione, diminuire lo stress. E non teme discorsi di genere. Il primo bacio tra due uomini al cinema è stato nel 1927 nel film "Wings", che ha vinto l'Oscar nello stesso anno. Da quel momento è stata purtroppo una strada mai facile per i baci omosessuali sul grande schermo, che si è appianata negli ultimi decenni, con molti che considerano come punto di svolta "I segreti di Brokeback Mountain" (2005).

Il bacio fotogenico perfetto deve durare 12 secondi.

Lo dice uno studio di Virgin Atlantic che ha chiesto agli utenti FB di commentare a quale punto di un video che riprendeva un bacio ritenessero il bacio dovesse fermarsi.

Il 65% delle persone inclina la testa a destra nel baciare. Le culture sul bacio sono diverse: ad esempio in India prima del matrimonio non ci si può baciare, regola che però si sta perdendo. Quanto ai baci tra gli amici in Francia se ne danno 2, 3 o 4 a seconda della regione (detti anche "la bise"), in America mai sulla guancia, in Germania giusto un timido accenno, a Rio de Janeiro uno solo ma a San Paolo due.

Due anche in Italia come sappiamo e in Ungheria, in Austria resiste persino il baciamano, in Sudan c'è la credenza che la bocca sia la finestra dell'anima e che tramite un bacio la propria anima possa essere rubata. Sempre secondo studi, italiani e francesi si bacerebbero in media 7 volte al giorno. Tedeschi e Svedesi, invece, hanno una media più bassa: 4 volte al giorno. Il kamasutra indiano include oltre 30 tecniche del bacio, volendo si possono ripassare.

In questa gallery, i baci più famosi del cinema.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X