Venerdì, 21 Settembre 2018

Quarta generazione Suzuki Jimny, resta un vero fuoristrada

ROMA - Con la presentazione per il mercato interno, avvenuta ieri in Giappone, sono state finalmente svelate tutte le novità che accompagnano il lancio della quarta generazione del suv Suzuki Jimny, il fuoristrada super-compatto (è lungo solo 3,48 metri, 3,64 considerando anche l'ingombro della ruota di scorta) che raccoglie l'eredità di tutti i piccoli off-road della Casa nipponica, a partire dalla lontana SJ. Jimny resta - ed è una vera fortuna per gli appassionati del settore, che lo avvicinano non solo nel design alla iconica Mercedes Classe G - un vero 4x4 old style, modernizzato fino dove possibile, ma fedele al telaio a longheroni (irrigidito con traverse a X), alle sospensioni con asse rigido davanti e dietro e alla trazione integrale con possibilità di disinserimento e riduttore a 2 rapporti. Il sistema AllGrip offre anche in questa edizione tre modalità d'impiego: trazione su due o quattro ruote e 4-Low, attivando questa ultima funzione da una seconda leva. Il cambio è a 5 marce manuale, ma in alternativa (apprezzata da chi lo usa soprattutto in città) anche un automatico 4 rapporti. Il design, improntato alla massima funzionalità e sicuramente 'robusto', conferma negli angoli caratteristici (37 gradi l'attacco, 28 nel dosso e 49 nell'uscita) la sua vocazione da vero off-road.

Interessante, con la gommatura di serie 195/80 R15, l'aumento della luce da terra a 21 centimetri. In Jimny arriva una corretta quantità di elettronica con gestione della trazione (che agisce sui freni), Hill Hold Control e Hill Descent Control. Arrivato anche il riconoscimento della segnaletica tramite telecamera, la frenata automatica d'emergenza (che usa anche un laser capace di riconoscere i pedoni), l'avviso per l'uscita dalla corsia e l'High Beam Assist, che oltre ai 40 all'ora passa automaticamente dagli anabbaglianti agli abbaglianti. Tra i numeri degni di nota del nuovo progetto, quarta generazione e seconda a sfoggiare il nome Jimny, c'è una luce da terra incrementata, adesso tra fondo e meccanica si possono sfruttare 21 centimetri liberi. Di serie, i cerchi da 15 pollici con gommatura 195/80 R15.

Migliorata la capacità di carico che con i sedili posteriori abbattuti arriva a 377 litri (+53) anche se nella configurazione quattro posti Jimny resta poco adatto al trasporto di oggetti e bagagli con appena 85 litri. Qualche passo avanti anche negli interni che evidenziano la presenza di un display da 7 pollici con connettività Bluetooth (in Giappone negli allestimenti più alti) e finiture un po' più automobilistiche. La novità più importante resta sotto la 'pelle', in quanto il vecchio motore 1.3 da 100 Cv viene sostituito da un più moderno e più leggero (-15% il peso) 4 cilindri benzina aspirato 1.5, capace di erogare una potenza analoga (102 CV) ma con una coppia di 130 Nm sicuramente più favorevole nella guida su asfalto e in fuoristrada.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X