Lunedì, 16 Luglio 2018

Il Premio Birra Moretti Grand Cru si rinnova

(ANSA) - MILANO, 02 LUG - Formula rinnovata per il Premio Birra Moretti Grand Cru 2018-2019, promosso da Fondazione Birra Moretti in collaborazione con Identità Golose. Giunto alla ottava edizione, il premio mette ancora più alla prova il sangue freddo dei dieci finalisti. Saranno infatti ben due le fasi cui saranno sottoposti i giovani chef, sous chef e chef de partie under 35, giudicati da una giuria pluristellata: l'eliminatoria di novembre 2018 e la finale nel 2019.

Il Premio Birra Moretti Grand Cru in 7 anni ha selezionato e fatto emergere il talento di oltre 1.000 giovani chef. Molti di loro, dal palcoscenico del Premio, hanno poi avuto grande successo, e tre di loro hanno già conquistato la stella Michelin. Durante la fase eliminatoria che si terrà lunedì 19 novembre a Milano, i dieci semifinalisti dovranno preparare la ricetta che hanno presentato in fase di selezione ispirata al tema "Creatività e birra a tavola". La giuria valuterà in base a presentazione del piatto, gusto, originalità, utilizzo dell'ingrediente birra, abbinamento ricetta/birra in accompagnamento, equilibrio generale e cultura birraria. Fra i dieci semifinalisti saranno selezionati i cinque giovani talenti che si sfideranno nella fase finale che si svolgerà nel 2019, su un palcoscenico internazionale. Il sesto finalista sarà nominato attraverso il voto popolare.

Tra i giurati, presieduti dallo Chef Claudio Sadler, ben sedici stelle Michelin tra le quali Carlo Cracco, Andrea Berton, Annie Feolde, Giancarlo Perbellini, Vivina Varese e per la prima volta Alessandro Pipero dell'omonimo ristorante stellato romano, oltre ad Alfredo Pratolongo, presidente di Fondazione Birra Moretti e Paolo Marchi, fondatore di Identità Golose. (ANSA).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X