Mercoledì, 14 Novembre 2018
FLUSSI MIGRATORI

Migranti, la Tunisia rigetta la proposta Ue: "Da noi nessun campo di accoglienza"

Il ministro degli Esteri tunisino, Khemaies Jhinaoui, ribadisce in un’intervista al quotidiano panarabo londinese «Al Arab» la contrarietà del suo governo alla creazione sul proprio territorio di centri di accoglienza per migranti, precisando che la Tunisia controlla le sue coste e il suo territorio.

Il Paese, ha sottolineato, collabora con l’Italia e l’Europa nelle operazioni di salvataggio in mare: «È nostro dovere farlo e fa parte del diritto internazionale».

La proposta europea di creare dei campi di accoglienza in Africa, secondo il ministro degli Esteri tunisino, tocca un principio di sovranità che non può essere accettato. «Non possiamo assumerci la responsabilità per l'afflusso di migranti irregolari sulle sponde meridionali dell’Europa ma concordiamo sulla responsabilità per ciò che riguarda i cittadini tunisini», ha affermato Jhinauoi.

La posizione della Tunisia, ha sottolineato, è chiara e ciò non impedisce che il Paese nordafricano garantisca la protezione delle sue coste, «nell’ambito del principio di sovranità». La creazione di centri di accoglienza in Tunisia inoltre non risolverebbe il problema ma lo sposterebbe soltanto dal mare alla terra ferma, secondo il ministro tunisino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X