Venerdì, 21 Settembre 2018
IL MINISTRO A TRIPOLI

Migranti, Salvini: "Hotspot ai confini a Sud della Libia"

"L'unico modo per contrastare veramente gli interessi criminali degli scafisti ed evitare i viaggi della morte è impedire che i barconi prendano il largo".
Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, oggi durante la sua visita a Tripoli.

"Hotspot dell'accoglienza in Italia? Sarebbe problema per noi e per la Libia stessa perché i flussi della morte non verrebbero interrotti. Noi abbiamo proposto centri di accoglienza posti ai confini a Sud della Libia per evitare che anche Tripoli diventi un imbuto, come Italia", ha poi scritto in un tweet.

"Dico no ad hotspot in Italia - ha quindi ribadito il ministro - che non fermerebbero l'immigrazione illegale e costituirebbero un'ulteriore difficoltà per noi e per la Libia".

Durante la visita il ministro dell'Interno ha sottolineato che "occorre che l'Europa sostenga finanziariamente l'azione volta a garantire percorsi di immigrazione legale e opporsi a flussi senza controllo". Salvini ha visitato un centro che sarà presto operativo a Tripoli per persone vulnerabili bisognose di protezione internazionale.

In una conferenza stampa congiunta con Salvini, il vicepresidente libico Ahmed Maiteeq ha commentato: "L'Italia è il nostro primo partner, nell'economia, nel settore energetico ed in altre materie e vogliamo ulteriormente espandere la nostra cooperazione". Da parte sua Salvini ha annunciato altre missioni in Libia "per rafforzare la cooperazione industriale, energetica, commerciale, culturale e turistica".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X