Lunedì, 23 Luglio 2018
IL VERTICE

Migranti, Conte: "Centri di accoglienza in più paesi Ue"

Centri di accoglienza in più  Paesi europei e non solo in Italia o Spagna. E’ questo l’ottavo  punto della proposta italiana secondo la quale - si apprende da  fonti del governo - nel momento in cui, nonostante il primo  filtro posto in Africa, i migranti riescano ad arrivare sulle  coste italiane, a farsene carico non può essere solo l’Italia o  la Spagna. Il meccanismo, spiegano le stesse fonti, prevede  quindi una ripartizione obbligatoria di chi sbarca in maniera  illegale sulle coste meridionali europee. La proposta italiana per la gestione dei flussi migratori è intitolata "Strategia europea multilivello". Lo afferma il premier Giuseppe Conte nel corso del punto stampa che precede il vertice informale europeo a Bruxelles spiegando come la proposta si basi su "sei premesse" e abbia "dieci obiettivi".

La proposta italiana mira a "una puntuale politica di regolazione dei flussi che sia realmente efficace e sostenibile e al totale superamento del regolamento di Dublino, che noi riteniamo" legato "ad un quadro emergenziale" quando invece vogliamo una gestione "strutturale", afferma.

"Superare il criterio del Paese di primo arrivo: chi sbarca in Italia, sbarca in Europa". E' uno dei dieci obiettivi della proposta italiana illustrata dal premier Conte a Bruxelles.

"Dobbiamo trovare una soluzione europea sui migranti e si costruirà solo attraverso la cooperazione dei Paesi dell'Ue, che si tratti di una collaborazione a 28 o tra più Stati che decidono di andare avanti assieme. Questo richiede la responsabilità di ciascuno e spirito di solidarietà per condividere il peso che alcuni Paesi conoscono", ha detto il presidente francese Emmanuel Macron, arrivando al minivertice.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X