Sabato, 17 Novembre 2018
LA PROTESTA

Formazione professionale, Usb: da domani sciopero della fame e presidio alla Regione

Dopo avere chiesto di incontrare il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, per aprire un tavolo di crisi per la vicenda che riguarda il licenziamento di oltre 5000 mila lavoratori della formazione professionale, da domani il responsabile dell'Usb Sicilia, Costantino Guzzo, comincerà lo sciopero della fame a oltranza in piazza Indipendenza, davanti alla Presidenza della Regione siciliana.

A Guzzo si sono unite due colleghe, la responsabile Usb Formazione Siracusa Tiziana Iocolano e la responsabile regionale Usb sportelli Sicilia, Alessandra Canto.

"Sono una lavoratrice massacrata, vituperata, umiliata e offesa per le false accuse che i media diffondono sui lavoratori della formazione - scrive in una nota Iocolano - sono anche una donna di 53 anni che lotta per la sopravvivenza, cercando in lungo e in largo di trovare un lavoro. Le mille richieste vengono sempre ignorate dalle aziende siciliane che chiedono figure giovani e non attempate".

I lavoratori hanno ricevuto la solidarietà di Mimmo Cosentino, segretario regionale di Rifondazione Comunista, "solidale con i lavoratori in sciopero della fame" e fa appello ai parlamentari regionali "per dare voce immediatamente a una domanda di reddito, di dignità, di giustizia".

Secondo Cosentino il governo Musumeci, così come prima Crocetta, "sta cercando di scaricare sui lavoratori della formazione professionale le gravi scelte operate prima da Lombardo e poi dai suoi successori. rafforzando il sistema clientelare".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X