Domenica, 22 Luglio 2018
LA POLEMICA

Rifiuti in Sicilia, la guerra dei sindaci contro l’ordinanza di Musumeci

di

I sindaci siciliani provano a bloccare le nuove norme in materia di smaltimento dei rifiuti e raccolta differenziata. Ma il presidente non cambia idea e rilancia approvando in serata in giunta anche la riforma degli Ato. Come riportato nelle pagine del Giornale di Sicilia oggi in edicola.

Sotto accusa finisce l’ordinanza del 7 giugno scorso con la quale Musumeci ha rivoluzionato il sistema di raccolta e smaltimento introducendo obblighi stringenti a carico dei sindaci. Una ordinanza che assegna al governatore il potere di commissariare e dichiarare decaduti i sindaci che non rispetteranno la norma.

Per questo l’Anci, l’associazione dei sindaci guidata da Leoluca Orlando, evidenzia «che non c’è stato invece alcun intervento della Regione sull’impiantistica mentre i Comuni sono costretti a conferire i rifiuti a distanze eccessive e a costi esosi». I sindaci contestano anche la mancata chiusura degli Ato: «I costi di tutto ciò non possono essere riversati semplicisticamente sulle amministrazioni locali».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X