Martedì, 13 Novembre 2018

Short e giacca, l'eleganza giovane della nuova collezione uomo di Prada

Short e giacca, camicia e dolcevita, polo e pantaloni asciutti: tanti pezzi semplici e di design per la nuova eleganza giovane e contemporanea. E' l'ultima ossessione creativa portata in passerella da Miuccia Prada con la collezione uomo per la prossima estate.

«In questa mia ricerca volta a trovare una nuova eleganza giovane - racconta la stilista - ho esplorato varie possibilità, pensando a pezzi da interpretare insieme in modo più elegante o sportivo, puntando sull'idea di libertà lasciata alla personalità di chi li indossa».

Ecco così tanti pezzi diversi, seri o divertenti, di vari generi, mescolati insieme, con lo scopo di definire un’"eleganza giovane e contemporanea, ma un’eleganza». Perché quando si parla di giovani - riflette Miuccia Prada - «si pensa ai millennials come a una categoria commerciale, ma i ragazzi sono di tutti i tipi. Poi adesso che i loro genitori si vestono come loro, la loro reazione è di essere diversi, di fare qualcos'altro».

Ecco quindi che se «il baggy, lo sporty, lo streetwear useranno sempre, non sono comunque - considera - la punta della moda». Mentre tutto intorno si vedono collezioni iperdecorate o che strizzano l’occhio alla strada, da Prada è tutto semplice. "Io sono un bastian contrario" ammette lei, che non a caso sfoggia al collo un ciondolo con Don Chisciotte «perché bisogna sempre essere un po' Don Chisciotte».

I mulini a vento in questo caso sono quelli che girano intorno al concetto di semplicità che «è la cosa più difficile».

«Un giorno sì e uno no discutiamo di design, se sia vecchio o nuovo, per me - racconta - fine a se stesso è vecchio, ma poi qualsiasi cosa fai è design. Sembra che fare qualcosa di moderno sia fare qualcosa di storto o asimmetrico, invece la soddisfazione più grande è fare cose semplici. Noi abbiamo lavorato molto su ogni singolo pezzo, per decidere se farlo di maglina o di cotone secco, ci passiamo ore e la differenza poi sta nell’arrivare a creare oggetti che hai voglia di metterti».

Eccoli dunque, in passerella, questi pezzi semplici e perfetti, seri o divertenti, comunque sempre asciutti come un oggetto di design: il dolcevita in tessuto tecnico portato sotto alla camicia e alla giacca sottile, insieme agli short e alle sneaker; il blazer e la camicia di denim con i pantaloni sottili e il colbacco in tessuto tecnico imbottito; la blusa con stampe lisergiche e il blouson in pelle e maglia con la zip; le camicie con stampati dei motivi cartolina insieme al calzone corto corto con fantasie geometriche; il pullover a fiori e la cintura a righe; la camicia in tessuto tecnico con un piccolo jabot e la borsa portata come uno zaino, su una spalla sola, che potrebbe sembrare un modello da donna, ma non lo è, perché «mi diverte - conclude Miuccia Prada - non essere chiara».

© Riproduzione riservata

PERSONE: