Martedì, 16 Ottobre 2018

Cultura e spettacolo a Memoria Festival

Viaggi
© ANSA

 MIRANDOLA (MODENA)  - Dopo il successo di pubblico della prima edizione nel 2016 e, nel 2017, l'esordio del ProMemoria, prima edizione 'dispari', quest'anno dal 7 al 10 giugno a Mirandola l'appuntamento è con la seconda edizione del Memoria Festival, organizzato dal Consorzio per il Festival della Memoria in collaborazione con Giulio Einaudi editore e sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura. In programma incontri, conferenze, tavole rotonde, concerti, spettacoli, proiezioni, laboratori, mostre.
    Tra le piazze, i portici, i giardini e i palazzi della città sono in calendario appuntamenti con protagonisti italiani della cultura, del pensiero e dello spettacolo, spaziando fra discipline e temi diversi, sempre in dialogo reciproco intorno alla memoria. Si passerà dai temi della giurisprudenza, con Gustavo Zagrebelsky, Giovanni Maria Flick, Francesco Clementi e Gian Carlo Caselli, all'analisi storica e storiografica con studiosi come Alberto Melloni, Sergio Luzzatto e Walter Barberis, dalla riflessione sul ruolo e la forza delle parole con Stefano Bartezzaghi al ritratto filosofico di Pico e degli umanisti italiani insieme a Massimo Cacciari. Non manca la memoria nella musica e nello spettacolo, con Dori Ghezzi, Giordano Meacci e Francesca Serafini, né quella di origine mitologica grazie ad Andrea Marcolongo, mentre si sosterà al confine tra filosofia e psicologia con Remo Bodei, per poi entrare nel regno della politica con Piero Fassino e Ferruccio de Bortoli. La narrazione sarà protagonista con Donatella Di Pietrantonio, Carlo Lucarelli e altri autori, così come la scienza, con esperti come il neuroscienziato Giorgio Vallortigara, lo sport, con il telecronista Federico Buffa, il legame con il territorio, raccontato da Mauro Corona, e la tradizione gastronomica ripercorsa da Oscar Farinetti.
    Sull'intreccio fra narrativa, performance e ascolto parleranno Paolo Giordano, Luciana Littizzetto e Diego De Silva.
    Ai dialoghi e alle lectio seguiranno momenti più orientati verso l'intrattenimento, come i concerti di Nicola Piovani, di Ambrogio Sparagna e l'Orchestra Popolare Italiana e Ramin Bahrami, e verso la dimensione cinematografica, con una rassegna di proiezioni (in collaborazione con la Cineteca di Bologna) nella sezione Cinema, televisione e memoria che include 'L'atalante' di Vigo, 'Il gabinetto del dottor Caligari' di Wiene e 'La corazzata Potëmkin' di Ejzenstejn. L'attrice Anna Galiena, insieme a Ennio Bispuri e Mario Patanè, si soffermerà sul rapporto fra un Attore e la memoria; Milena Vukotic dialogherà con Gian Piero Brunetta sulla Memoria di un attore; il regista e sceneggiatore Gennaro Nunziante si confronterà con i critici cinematografici Tatti Sanguineti e Gian Piero Brunetta per spiegare perché 'La prima repubblica non si scorda mai'. E l'attrice Isa Barzizza dialogherà con Ennio Bispuri nei 'Ricordi di un mondo lontano: lo spettacolo in Italia dal dopoguerra agli anni '50'. (ANSA).
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X