Lunedì, 18 Giugno 2018

Amsterdam, città a misura di bambino

AMSTERDAM - Laboratori per esperimenti, visite personalizzate nei musei, parchi con piscine e canali da girare con i battelli turistici: Amsterdam si conferma una destinazione a misura di bambino, dove tutto è pensato per chi visita la città olandese con la famiglia.

Offre uno speciale tour per i visitatori più piccoli il Rijksmuseum (www.rijksmuseum.nl/en) o Rijks come lo chiamano gli olandesi, il museo-gioiello dell’arte del Secolo d’Oro con capolavori di Vermeer, Rembrandt e Jan Steen, esposti assieme alle opere dal Medioevo a oggi in 80 sale su quattro piani. Qui i bambini partecipano a esperimenti e a laboratori, dove ascoltano storie sui capolavori di Vermeer e di Van Gogh e si improvvisano artisti con matite e argilla. Oltre alle case di bambola del Seicento arredate secondo il gusto dell’epoca, i piccoli visitatori hanno a disposizione anche un entusiasmante gioco - da fare insieme ai genitori - che invita a risolvere otto affascinanti misteri del Museo. Infine nei giardini c’è una fontana circolare dove solo i bambini possono entrare per giocare.

Nella piazza dietro al celebre museo c’è l’installazione gigante - dove ci si ritrova per farsi fotografare - con lo slogan “I Amsterdam”, con lettere alte due metri. Ma d’altronde la città è ricca di luoghi e scorci unici da immortalare: i canali, innanzitutto, con le facciate colorate degli eleganti palazzi del Secolo d’Oro – molti dei quali patrimonio dell’Unesco - da scoprire navigando con i battelli turistici. Percorrere i canali Herengracht, Keizersgracht e Prinsengracht significa fare un viaggio nella storia e nella cultura di Amsterdam: a piedi, in bicicletta o sui battelli si visitano le case galleggianti, i locali, gli storici caffè – imperdibile è l’Admiral con le botti accatastate fino al soffitto - e i musei abbelliti da frontoni, busti, formelle di pietra e ricchi di collezioni d’arte.

Punto di partenza per visitare i canali è l’affascinante Grachtengordel Museum (hetgrachtenhuis.nl) che al 386 di Herengracht, in un elegante edificio che fu dimora di banchieri e mercanti, racconta la storia dei canali dal 1600 a oggi attraverso cinque sale interattive e video per i più piccoli; al civico 427, invece, c’è il Dutch Costume Museum, che racconta la storia degli abiti tradizionali olandesi, e anche i bambini possono vestirsi con i costumi locali. Al civico 2 del canale Keizersgracht si trova l’antico caffè Papeneiland, aperto nel 1642: qui le pareti sono ricoperte di ceramiche della Royal Delft, la fabbrica di maioliche dipinte che quest’anno compie 365 anni. Sul Prinsengracht, al numero 263, sorge la casa-museo di Anna Frank: qui durante la seconda guerra mondiale si nascose la famiglia Frank e in un’ala dell’edificio la giovane Anna scrisse il celebre diario. 

Un indirizzo da non mancare è il canale Oosterdok, dove su una barca ancorata è nato Nemo (nemosciencemuseum.nl), il grande museo scientifico e tecnologico progettato da Renzo Piano. Su tre piani il centro offre esperimenti scientifici e chimici, attrazioni interattive come l’assenza di gravità o l’esplorazione sensoriale di suoni e immagini oppure, ancora, la divertente simulazione in tempo reale delle speculazioni alla Borsa di New York. Sul tetto del museo, infine, si gode di una vista mozzafiato sulla città. Non lontano merita una visita il museo navale, lo Scheepvaartmuseum, che racconta la storia navale della città mentre, ancorate al canale, ci sono le ricostruzioni di navi storiche che i bambini possono visitare come veri marinai.

Se siete in centro, a pochi passi da piazza Spui, è d’obbligo fermarsi nella piccola bottega “Vleminckx sausmeester” (il maestro delle salse) per assaggiare le migliori patatine fritte della città. Se invece amate i dolci recatevi da Winkel 43 a Noordermarkt, la piazza del mercato del quartiere ebraico, per assaggiare la miglior torta di mele di Amsterdam.
Prima di fare una passeggiata nei parchi della città, che in queste settimane sono ricoperti di colori, sappiate che è necessario portare un cambio d’abiti per i vostri figli: in ogni parco di Amsterdam fino a settembre ci sono piscine solo per bambini, poco profonde e adatte per giocarci dentro. Il Vondelpark è il parco più antico: sorge in pieno centro, accanto al Van Gogh Museum e al Rijks; offre scorci unici, una pista per i cavalli, stagni e, soprattutto, sei aree dove i bambini possono giocare. Immancabile è una visita allo zoo di Amsterdam, lo storico Artis (artis.nl), che offre anche il planetario, il museo geologico e il giardino botanico. All’interno ci sono anche zone dove si gioca con strutture in legno e corde da scalare.

Per organizzare al meglio una visita ad Amsterdam è consigliabile acquistare la Citycard che consente di entrare nei musei, fare giri in battello senza limiti di orario e accedere al trasporto pubblico; in molti musei i bambini entrano gratis e con la card ci sono sconti per gli over 10.
Per maggiori informazioni: iamsterdam.com

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X