Domenica, 18 Novembre 2018
LE TAPPE

Un Papa venuto "dalla fine del mondo" che porta la fede in ogni angolo: tutti i viaggi di Francesco

di

Un Papa venuto "dalla fine del mondo" a cui piace viaggiare e portare la fede in ogni angolo del pianeta. Tra il Brasile, Terra Santa, Giordania, Palestina, Israele, Corea del Sud, Messico Egitto, Portogallo, Colombia, Birmania, Cuba, Stati Uniti e ancora altro è davvero difficile tenere il conto dei viaggi apostolici fatti da Papa Francesco nei suoi cinque anni di pontificato, sia all’estero che in Italia. Papa Francesco in uno di questi viaggi sarà in Sicilia il  15 settembre a Palermo e Piazza Armerina, per il venticinquesimo anniversario dell'omicidio di Padre Pino Puglisi.

E il tutto è iniziato proprio dalla Sicilia, per la precisione da Lampedusa. Come prima visita ufficiale fuori dalla diocesi di Roma dal giorno della sua elezione Papa Francesco si recò infatti nelle Pelagie: era l'8 luglio del 2013, incontrò un gruppo di migranti extracomunitari e, accompagnato in barca da pescatori, lanciando in mare una corona di fiori nel punto dove si trova una statua della Madonna del Mare, posta a 14 metri di profondità, in ricordo di quanti hanno perso la vita nelle traversate nel canale di Sicilia.

Il primo viaggio all'estero, invece, fu in Brasile. Dal 22 luglio al 29 luglio 2013 a Rio de Janeiro per celebrare la XXVIII Giornata mondiale della gioventù. Dopo una visita di cortesia al presidente della Repubblica Dilma Rousseff nel Palazzo Guanabara e un giorno di riposo ha visitato il Santuario di Nostra Signora della Concezione di Aparecida e l'ospedale di San Francesco d'Assisi.

Papa Francesco ha compiuto in tutto sette viaggi europei e 23 intercontinentali, senza contare le innumerevoli trasferte in Italia. Tante le immagini forti e anche significative, come la preghiera nel campo di concentramento di Auschwitz nel 2016, la visita al congresso degli Stati Uniti nel 2017, la mano appoggiata nel muro nel pianto, nella visita in Terra Santa nel 2014. Con qualche foto divertente e indimenticabile, come il Papa con addosso un impermeabile giallo, nel diluvio che lo ha accolto alle Filippine nel 2015 (quando andò anche in Sri Lanka) e il cappello da "mariachi" in Messico nel 216, accolto da una folla oceanica in uno dei paesi con il maggiore numero di cristiani al mondo. E adesso, per i prossimi anni, il grande obiettivo della visita in Cina, e anche lì le cose sembrano essersi messe nel modo giusto.

Il Pontefice ha viaggiato ovviamente in lungo e in largo anche in Italia. Particolarmente toccante quello del 4 ottobre del 2016, quando a sorpresa, Francesco si è reco in visita nelle zone colpite dal sisma del 24 agosto 2016, visitando i comuni di Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e Norcia.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X