Mercoledì, 15 Agosto 2018

Primo ritratto dettagliato di una pulsar

Scienza e Tecnica
Rappresentazione artistica della pulsar PSR B1957+20, vista attraverso la nube di gas e polveri generata dalla sua stella compagna (fonte: Dr. Mark A. Garlick; Dunlap Institute for Astronomy & Astrophysics, University of Toronto)
© ANSA

Prima osservazione dettagliata di una pulsar, una stella estremamente densa e compatta che emette segnali radio a intervalli regolari. Distante 6.500 anni luce dal Sistema Solare, la stella si chiama PSR B1957+20 ed e' stata vista grazie a un tecnica cosi' raffinata da essere confrontabile a un telescopio che dalla Terra riesce a vedere una pulce su Plutone. I dettagli dell'osservazione sono pubblicati sulla rivista Nature.

Coordinati da Robert Main, gli astronomi dell'Universita' di Toronto, dell'Istituto canadese di Astrofisica Teorica e del Perimeter Institute canadese hanno osservato la pulsar in orbita intorno a un'altra stella compagna, fredda e dalla luce debole: una nana bruna avvolta da una nube di gas e polveri.

"Il gas ha agito come una magnifica lente posta di fronte alla pulsar, ingrandendola e aiutandoci a osservarla in dettaglio", ha spiegato Main. La pulsar, hanno sottolineato gli autori, ruota molto rapidamente: piu' di 600 volte al secondo. La nana bruna compagna, con un diametro che e' circa un terzo del Sole, si trova a circa 2 milioni di chilometri dalla pulsar, attorno alla quale compie invece un orbita completa in piu' di 9 ore. Secondo gli astronomi canadesi, "la pulsar e' destinata a poco a poco a sottrarre materiale alla compagna", fino a quando non l'avra' consumata del tutto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X