Sabato, 26 Maggio 2018

Malattie croniche intestino, in 15 scatti i traguardi pazienti

C'è Valentina, che è diventata mamma nel 2009 e lavora e combatte la malattia "come un leone", Andrea che ha scalato le salite del Giro d'Italia ed è convinto che mettendoci impegno potrebbe rifarlo. O ancora Manuela, infermiera che non ha perso un giorno di lavoro. Sono storie di coraggio,ostacoli superati e traguardi raggiunti quelle dei pazienti con malattie infiammatorie croniche dell'intestino (Mici) raccontate in 15 scatti, nel progetto "Se Mici metto" promosso da MSD con il patrocinio di Amici - Associazione Nazionale per le Malattie Infiammatorie Croniche dell'Intestino e di IG-IBD - Italian Group for the study of Inflammatory Bowel Disease. Gli scatti sono della fotografa Chiara De Marchi, che è anche una paziente, mamma di due bimbi. Il messaggio per la Giornata Mondiale delle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali, il prossimo 19 maggio, è che convivere con una Mici non è facile: ma oggi, nonostante le difficoltà i pazienti, forti dell'alleanza con il medico, possono realizzare i propri progetti di vita. "Traguardi 'normali' possono essere problematici per chi convive con le Mici:oggi vogliamo dire a ogni paziente che questi obiettivi si possono realizzare" spiega Enrica Previtali, Presidente Amici Onlus. Le Mici sono malattie a componente infiammatoria e andamento recidivante, che interessano l'intestino. Due le forme principali: la Colite Ulcerosa e la Malattia di Crohn. Tipiche delle età giovanili - il picco più importante si concentra tra i 15 e i 35 anni -colpiscono circa 200.000 persone. Come spiega Alessandro Armuzzi, Segretario Generale IG-IBD "spesso il paziente riceve la diagnosi a qualche anno di distanza dai primi sintomi, con peggioramento del danno organico e della qualità di vita". I farmaci biologici e biotecnologici, come ha evidenzia Mariabeatrice Principi, D.E.T.O. dell'Università di Bari -hanno migliorato la qualità di vita, anche se è fondamentale monitorare la risposta alla terapia. 
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X