Mercoledì, 14 Novembre 2018

De Francovich trionfa a Siracusa con Edipo

SIRACUSA - Un trionfo della classicità, un enorme successo per Yannis Kokkos e Massimo De Francovich. Una porta d'oro è la via regia che porta ad Atene, città della Giustizia, città amatissima da Sofocle, che con questa tragedia le rende omaggio, pochi mesi prima di morire. Debutto affollatissimo l'11 maggio al Teatro Greco di Siracusa, per il 54/o ciclo di rappresentazioni classiche, per l'Edipo a Colono, uno spettacolo tra i migliori degli ultimi anni.

Atene è il luogo della solidarietà e della pietà e qui Sofocle riflette sulla crudeltà della vecchiaia, che flette gli uomini rendendoli dipendenti dalla altrui bontà. Il regista Yannis Kokkos, scenografo d'origine, ha realizzato un allestimento di grande impatto. Atene ha la sua porta magnifica e Tebe, la guerriera, una torre militare. Al centro, di spalle, una statua di Edipo alta sei metri, rivolta verso il bosco dove sarà sepolto. Edipo, cieco, scacciato dalla sua Tebe, possiede ora solo le due figlie: Antigone e Ismene, è straniero, straniero persino a se stesso, povero, sfinito dalle colpe, che hanno segnato la sua vita, magistralmente interpretato da Massimo De Francovich, con altissima tenerezza di padre e di fratello.

La tesi di Sofocle, che Kokkos restituisce con chiarezza e elegante regia, è che la sofferenza e il dolore sono in grado di cambiare il destino e il senso stesso dell'essere umano. La fluida, attuale traduzione di Federico Condello agevola non poco la preziosità della recitazione e dello spettacolo tutto. Il potere non va separato dalla pietà per chi è sfortunato: è il senso ultimo della tragedia e di Teseo, generoso re di Atene, cui Sebastiano Lo Monaco dona misura e spessore. Il cast è tutto di ottimo livello, da Fabrizio Falco all'ottimo messaggero di Danilo Nigrelli, all'Antigone di Roberta Caronia, al Creonte di Stefano Santospago. Si replica fino al 24 giugno, a giorni alterni con "Eracle".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X