Giovedì, 19 Luglio 2018

L’atmosfera di un pianeta alieno è ricca di elio

Per la prima volta su un pianeta alieno, a circa 200 anni luce dalla Terra nella costellazione della Vergine, è stata trovata un’atmosfera ricca di elio, il secondo elemento più abbondante nell’universo dopo l’idrogeno. La scoperta, i cui dettagli sono stati pubblicati sulla rivista Nature, accelera il prossimo obiettivo della caccia a nuovi mondi: studiare la composizione delle loro atmosfere in cerca di indizi della presenza di vita. Coordinati da Jessica Spake, i ricercatori dell’Università britannica di Exeter hanno studiato grazie al telescopio Hubble il pianeta ‘WASP-107b’, delle dimensioni di Giove ma con una massa pari al 12% di quella del gigante del Sistema Solare.

WASP-107b orbita intorno alla stella madre in soli sei giorni e la sua atmosfera è 500 gradi più calda di quella terrestre. Gli astronomi hanno catturato la firma dell’elio grazie a una nuova tecnica che sfrutta la radiazione infrarossa. Il segnale dell’elio è così forte che, secondo gli autori, "l’atmosfera superiore del pianeta si estenderebbe per decine di migliaia di chilometri nello spazio".

Per gli astronomi britannici, la scoperta è molto importante perché "apre la strada all’individuazione nella nostra galassia di nuovi pianeti simili alla Terra con un’atmosfera". La caccia a questi mondi alieni potrebbe essere più facile a partire dalla primavera del 2020 quando sarà lanciato l’erede di Hubble, il telescopio spaziale James Webb, in grado di studiare l’atmosfera di altri mondi in cerca di possibili spie della vita, come la clorofilla.

"Con il telescopio Webb, che lavora nell’infrarosso - ha concluso Jessica Spake - potremo osservare lo spazio più in profondità, scrutando attraverso le nubi di gas e polveri".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X