Venerdì, 20 Luglio 2018
IN OSPEDALE

Dopo il malore e l'intervento l'ex presidente Napolitano trasferito in reparto: "Ottime condizioni"

Il presidente Emerito Giorgio  Napolitano è stato trasferito, lunedì 30 aprile, dalla Terapia  intensiva cardiochirurgica al reparto di degenza della  cardiochirurgia diretto da Francesco Musumeci. Lo rende noto  l'Ospedale San Camillo nel bollettino di oggi.

Il presidente ha  già iniziato il programma di riabilitazione cardio-respiratoria  e motoria. E’ «autonomo nell’alimentazione ed in ottime  condizioni neuro-cognitive e psicologiche». Il 24 aprile è stato  sottoposto a un intervento chirurgico all’aorta superiore.

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è stato questa mattina a trovare Napolitano. Il premier, a quanto si apprende, si è fermato a parlare anche con l’equipe medica guidata dal professore Francesco Musumeci.

Napolitano aveva avuto un malore il 24 aprile ed era stato ricoverato al Policlinico San Camillo di Roma per problemi circolatori e poi sottoposto a un intervento. Il presidente emerito della Repubblica aveva accusato un forte dolore al petto mentre si trovava nella sua abitazione romana. Immediata la decisione del ricovero.

L'ex capo dello Stato è stato trasferito al San Camillo dove, con una procedura d'urgenza, dopo le necessarie analisi, è stato portato in sala operatoria per effettuare una resezione parziale dell'aorta. Un intervento lungo e delicato in considerazione anche dell'età del paziente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X