Domenica, 18 Novembre 2018
ELEZIONI

Governo, occhi puntati sul Friuli: si vota fino alle 23 per le Regionali

Seggi aperti oggi in Friuli Venezia Giulia per le elezioni regionali, amministrative e per i referendum consultivi. Si voterà fino 23, mentre gli scrutini cominceranno alle 8 di domani. Lo scrutinio per i rinnovi delle amministrazioni comunali avverrà immediatamente dopo quello per le regionali. A seguire, nei Comuni interessati, lo scrutinio relativo ai referendum consultivi.
Sono 1.369 i seggi elettorali allestiti nei 215 Comuni del Fvg. Ad essere chiamati alle urne per il rinnovo degli organi regionali sono 1.107.425 aventi diritto - 535.318 uomini e 572.107 donne. In 19 comuni si vota anche per il rinnovo delle cariche amministrative. I referendum consultivi per la fusione tra i Comuni di Aquileia e Terzo d'Aquileia e quella tra Raveo e Villa Santina coinvolgeranno in tutto 7.774 aventi diritto di voto.

Anche la politica nazionale attende il rinnovo degli organi del Fvg come se potessero riconfermare il risultato delle politiche del 4 marzo e rafforzare una o l'altra compagine in vista della formazione del nuovo Governo. Ed è proprio per questo che l'endorsement di Roma ai candidati del Friuli Venezia Giulia è stato più marcato rispetto al passato.

Il leader della Lega, Matteo Salvini, vanta il maggior numero di presenze in Friuli Venezia Giulia, dove ad aprile è tornato per tre volte a sostegno del candidato del centrodestra, il capogruppo uscente della Lega alla Camera Massimiliano Fedriga. Lunga permanenza anche per Silvio Berlusconi, ripartito ieri a ora di pranzo da Trieste, dopo una full immersion di appuntamenti in tutte le province cominciata martedì, con la speranza di recuperare lo scarto di voti che il 4 marzo lo ha diviso dalla Lega.

Più volte in regione anche Giorgia Meloni. E poi toccata e fuga a Udine, nei giorni scorsi, per il leader M5S, Luigi Di Maio, a sostegno del candidato dei 5 stelle, il ricercatore universitario Alessandro Fraleoni Morgera. Big nazionali da Roma al Fvg anche per il centro sinistra, che in regione corre con il vicepresidente uscente, Sergio Bolzonello. In suo sostegno sono arrivati il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, che ha fatto tappa a Udine, e il segretario reggente dei dem, Maurizio Martina, che ha incontrato gli elettori di Trieste e dell'isontino.

In corsa per il dopo Serracchiani, anche il fisico e politico Sergio Cecotti (Patto per l'Autonomia) l'unico dei quattro candidati ad aver già ricoperto la carica di presidente del Fvg.

AFFLUENZA. L'affluenza alle urne rilevata alle 12 è stata del 18,07%. I dati sono forniti dal Servizio elettorale della Regione Autonoma del Fvg. Alle 12 hanno votato 200.139 elettori su 1.107.415 aventi diritto. L'affluenza maggiore è stata registrata nella circoscrizione di Udine, dove ha votato il 19,35% degli aventi diritto. Seguono le circoscrizioni di Gorizia (18,11%), di Pordenone (17,83%), di Trieste (16,52%) e di Tolmezzo (16,49%). Nel 2013, quando però si votava in due giorni, l'affluenza registrata alle 12 del primo giorno si era fermata al 10,09%.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X