Mercoledì, 20 Giugno 2018

Palermo, a palazzo dei Normanni un report sulle cure di fine vita

PALERMO. In Italia ogni anno muoiono di cancro circa 170.000 persone e la maggior parte di esse, necessita di un piano personalizzato di cura e assistenza in grado di garantire la migliore qualità di vita residua. Tale fase, definita “terminale” o di fine vita, è caratterizzata, per la persona malata, da una progressiva perdita di autonomia, dal manifestarsi di sintomi fisici e psichici spesso di difficile e complesso trattamento e da una sofferenza globale che coinvolge tutto il nucleo familiare.

Il prendersi cura in modo attivo e globale della persona, oltre a formare l’obiettivo delle cosiddette cure palliative per “ottenere la migliore qualità di vita del paziente e dei suoi familiari” rappresenta una sfida per il personale sociosanitario coinvolto che deve essere attrezzato e formato per affrontare tutte le problematiche connesse alla fase terminale di malattia. Nell’ambito dell’assistenza oncologica la comunicazione con il paziente e i familiari e la gestione della fase terminale rappresentano aspetti fondamentali della cura. Se ne è parlato questa mattina a Palazzo dei Normanni dove è stato presentato il report dopo anni di lavoro.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X