Mercoledì, 18 Luglio 2018

Mahindra avvia dall'Italia offensiva europea basata sui Suv

Motori
Jose Ebezener,direttore generale di Mahindra Europa, con il nuovo city suv Kuv 100
© ANSA

ROMA - Gli indiani della Mahindra&Mahindra, gruppo che conta 200mila dipendenti, è presente in 100 Paesi e fattura 19 miliardi di euro l'anno, puntano sull'Italia per espandere il loro business europeo nell'automotive. ''Con la strategia che per il 2021 prevede cinque nuovi modelli, vogliamo passare dalle attuali 1.000 vetture l'anno a 10.000 unità, il 60% consegnate in Italia, dove estenderemo la rete di concessionari sino a raggiungere quota 100'', lo ha detto ad ANSA il direttore generale di Mahindra Europe, Jose Ebenezer, in occasione della presentazione del 'city Suv' Kuv 100, avvenuta questa mattina a Lainate. Il Belpaese per il gruppo di Mumbai è importante oltre che per il lancio della nuova strategia commerciale anche per la presenza della Pininfarina, società controllata, per la quale sono ventilate a breve interessanti novità.

Dagli anni di tentennamenti che hanno seguito lo sbarco nel 2003 nella romana Ariccia, sembra arrivato il momento della svolta: il mercato europeo è quello più esigente, ha spiegato Ebenezer, ''diventare competitivi qui ci aiuterà a essere competitivi come player globale''.

L'avvio della commercializzazione del Kuv 100 ha coinciso con la decisione di puntare a un'espansione commerciale nel Vecchio Continente, utilizzando l'Italia come piattaforma per il grande balzo. Il piano industriale, è stato ricordato oggi, prevede il lancio di cinque nuovi modelli entro il 2021. Al riguardo il Chief Operating Officer della Filiale europea, ha chiarito: ''Per ogni nuovo Suv, compreso il Kuv 100, proporremo sia varianti a benzina sia elettriche''. Per quello che riguarda i pick-up che sono per robustezza un punto di forza del Costruttore, ha invece spiegato che i tempi non sono ancora maturi per proporre modelli a zero emissioni. Una scelta ''green'' in tal senso, ha però puntualizzato, potrebbe essere resa possibile dall'arrivo del modello progettato sulla nuova piattaforma, atteso al debutto entro l'anno. Nel dettaglio dei programmi commerciali, Ebezener ha detto: ''ora abbiamo un modello di volume come il Kuv 100 su cui contare per ampliare i nostri numeri e possiamo presentarci come un marchio importante. Per farlo, dobbiamo espandere la nostra rete: oggi in Europa abbiamo 100 concessionari, di questi 25 sono in Spagna, altrettanti nei Paesi dell'Est e 48 in Italia''.

Nella Penisola, ha anticipato, ''entro due mesi arriveremo a sessanta, entro fine anno sessantacinque, entro fine 2019 ottanta. Puntiamo a quota a 100 per il il 2021, quando avremo quattro linee di Suv, tutte con alimentazione sia elettrica sia a benzina, un pick-up e un fuoristrada''. Per quello che riguarda l'immatricolato ha chiarito: ''Nel 2017 in Italia abbiamo venduto 600 vetture, di cui la metà sono stati sport utility Xuv 500 e l'altra metà dei pick-up. Con il solo Kuv 100 puntiamo a consegnare almeno cento vetture al mese. L'obiettivo, entro il 2021, è arrivare ad almeno 6.000 macchine l'anno''.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X