Mercoledì, 19 Settembre 2018

Frescobaldi, nuova Tenuta, la settima del gruppo

- Tenuta Perano nel cuore del Chianti Classico: ecco la settima tenuta della famiglia Frescobaldi.

Il marchese Lamberto Frescobaldi, presidente del gruppo vinicolo toscano, ha accolto gli ospiti brindando con Leonia Brut, bollicina di uve Pomino, nella sala del Cenacolo del Museo della Scienza e della tecnica di Milano, scelta per presentare la nuova realtà nel cuore del terroir Chianti Classico con la quale diventano 7 le tenute della storica famiglia. In abbinamento alla degustazione la cucina tre stelle Michelin dei fratelli Cerea, da Vittorio Brusaporto.

Sulle etichette di questi vini per la prima volta compare lo stemma della famiglia Frescobaldi con il leone e la vela al vento segno distintivo dei commercianti dall'anno 1100.

La Toscana presenta una spiccata diversità vinicola e la Tenuta Perano si inserisce, con i suoi paesaggi da cartolina, in questa declinazione territoriale. Localizzata nel comune di Gaiole in Chianti, consta di 250 ettari di cui 52 a Chianti Classico e una situazione pedoclimatica unica per qualità, data la disposizione ad anfiteatro dei vigneti a 500 metri sul livello del mare.

Oggi - afferma Lamberto Frescobaldi - tagliamo il nastro di Perano, la settima tenuta. Non c'è un capotavola tra esse, abbiamo fatto come re Artù, dal 1052 con Pomino, a Nipozzano dove sono cresciuto, sino ad oggi con Gaiole".

Per Giovanni Geddis da Filicaja, amministratore delegato Frescobaldi vini si tratta di "un sogno di lunghissima data, avere qualcosa di eccezionale nel Chianti Classico. Nel 2014 Lamberto riesce con l'aiuto di Niccolò ad affittare questa bellissima azienda e poi acquistarla. Abbiamo scelto Milano per presentarla perché questa città è oggi simbolo del rinascimento italiano come lo fu Firenze nel '500, nel mondo tutti parlano di Milano".

I vini Perano sono affidati alla professionalità dell'enologo Nicola D'Afflitto che ha unito passione, territorio e visione per ottenere il meglio dalla natura e dalla tecnica.

"Una vendemmia straordinaria il 2015 - commenta - con una condizione climatica eccezionale, statistiche alla mano" Venendo alle note di degustazione. Chianti Classico Tenuta Perano 2015: il Sangiovese è anima del territorio e si esprime diversamente a distanze anche brevissime. Qui troviamo l'intensità del naso di frutti rossi prugna, ciliegia, e poi le note minerali e speziate di pepe rosa. Mantiene al palato la nettezza e la lunghezza delle sensazioni, intrigante lascia una bocca fresca e pulita.

Tenuta Perano Chianti Classico Riserva Docg: qui il naso è floreale, ma è il colore a conquistare il primo approccio, un violaceo brillante. Si percepisce anche il sentore di sottobosco leggermente speziato. Al palato presenta un carattere morbido e persistente, avvolgente con nerbo delicato e persistenza con ricordi di tabacco nobile.

I vini saranno sul mercato da aprile 2018 e Tenuta Perano verrà, dal prossimo autunno, aperta per visite, degustazioni e attività ricettive, tanto apprezzate dagli enoturisti. Dolcezza finale il Pomino Vinsanto Doc 2008.

(ANSA).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X