Mercoledì, 18 Luglio 2018

La Storia in piazza: Canfora, ‘Rivoluzione? In nome della giustizia

In un'epoca in cui la parola 'libertà' - usata e abusata - ha perso il significato di condizione e si è ridotta a mero termine o specchietto per allodole, il concetto di 'rivoluzione' non perde il suo profondo, intenso, provocatorio significato. Luciano Canfora, storico del mondo antico e filologo, curatore de 'La Storia in Piazza' organizzato da palazzo Ducale - Fondazione per la cultura, ha scelto proprio 'Le rivoluzioni' come tema della rassegna che rischia di essere tra le più interessanti delle ultime stagioni. Tema che sarà oggetto della sua lectio magistralis che apre la rassegna il 12 aprile.
Ma cos'è la rivoluzione. Secondo Canfora è il "tentativo reiterato e costante di instaurare maggiore giustizia e uguaglianza" e chiunque abbia letto la sua splendida traduzione de 'La rivolta degli schiavi in Sicilia' di Diodoro Siculo (ed.Sellerio) capisce a cosa Canfora si riferisca. "La posta in gioco è, da sempre l'uguaglianza" a iniziare da lontanissime epoche. Canfora però questa volta vuol partire dalla rivoluzione per eccellenza che portò "ai grandi principi dell'89 francese" che considera "un faro" e che espresse concetti largamente attuali: libertà, uguaglianza, fratellanza. Un faro che dette origine a quella Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo che, a buona ragione si deve considerare uno dei più alti riconoscimenti della libertà e dignità umana. Nel preambolo, ricorda Canfora, si legge "gli uomini nascono e restano uguali". 'Restano' uguali, sottolinea Canfora. Parole che "diventano un programma e un impegno". Inutile dire che quando uguaglianza e libertà vanno a farsi benedire, "quando si ricreano situazioni di privilegio" è arrivato il momento di chiamare alla rivolta. Il ciclo continuo della storia. Vista così, potrebbe sembrare disperante. Ma, dice Canfora, "la storia è una spirale", e sembra essere l'ultima, unica consolazione.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X