Lunedì, 10 Dicembre 2018

Le cellule immunitarie della retina capaci di rinascere

Scienza e Tecnica
In verde cellule immunitarie, dette microglia, nella retina di un topo adulto in salute (fonte: Wai T. Wong, National Eye Institute)
© ANSA

Le cellule immunitarie della retina hanno la capacità di rigenerarsi spontaneamente e la scoperta, pubblicata sulla rivista Science Advances, apre la strada a future terapie per limitare la progressiva perdita della vista a causa di malattie della retina, come la retinite pigmentosa o la degenerazione maculare. Lo studio, condotto sui topi, è stato condotto dall’Istituto nazionale americano per lo studio degli occhio, che fa  parte dei National Institutes of Health (Nih).

Coordinati da Wai T. Wong, i ricercatori hanno analizzato il comportamento delle cellule 'sentinella' del cervello, le cellule immunitarie della microglia che rappresentano la prima linea di difesa del sistema nervoso centrale. Per Wong, "l’infiammazione nervosa è un fattore chiave nella morte dei neuroni dovuta alle malattie della retina. Per questo - ha spiegato - è fondamentale capire come regolare l’attività del sistema immunitario".

Quando la retina viene danneggiata, la regione dell'occhio nella quale si trovano i recettori della vista, le cellule della microglia accorrono rapide per rimuovere le cellule morte. Può però accadere che eliminino anche cellule sane, compromettendo la funzionalità della retina. I ricercatori hanno, quindi, studiato cosa accade se con un farmaco si cancellano nei topi le cellule della microglia presenti ad esempio intorno al nervo ottico che porta i segnali visivi dall’occhio al cervello. Hanno, così, dimostrato che, sospendendo il trattamento con il farmaco, nell’arco di 30 giorni le cellule immunitarie si rigeneravano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X