Sabato, 22 Settembre 2018
VOTAZIONI AL VIA

Presidenze, intesa M5s-centrodestra:
Casellati al Senato e Fico alla Camera

centrodestra, elezioni politiche 2018, Lega, m5s, presidenza camera, presidenza senato, Luigi Di Maio, Maria Elisabetta Casellati, Matteo Salvini, Roberto Fico, Sicilia, Politica
Roberto Fico, Riccardo Fraccaro e Luigi Di Maio

ROMA. Anche oggi si vota alle Camere per eleggere il presidente dei Deputati - quarta votazione - e del Senato - terza votazione. Tutto si gioca sugli accordi fra M5s e Lega-centrodestra.

Intanto al via nell'Aula della Camera la quarta votazione per eleggere il presidente. Da questo scrutinio il quorum per fare scattare l'elezione scende alla maggioranza assoluta dei voti, contando anche le schede bianche.

Dopo la riunione di questa mattina tra Berlusconi, Salvini e Meloni per ricucire le spaccature emerse ieri, il centrodestra propone Maria Elisabetta Casellati al Senato. Scelta che dovrebbe essere votata anche da M5s. Mentre i Cinquestelle hanno candidato Roberto Fico alla Camera, votato - a sua volta, per accordo - anche dal centrodestra. Almeno questo è quanto sostiene Luigi Di Maio: "Ho sentito Salvini, e ha detto che la Camera andrà al M5S".

"Noi votiamo il loro candidato e loro il nostro", dice il capo politico di M5s all'uscita dall'assemblea del Movimento prima dell'inizio della seduta di Montecitorio per l'elezione del presidente rispondendo a chi gli chiede se il M5S sia pronto a votare Casellati a Palazzo Madama. Ma, aggiunge, "Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco!".

I leader del centrodestra, si apprende, si sono incontrati e hanno concordato di coinvolgere tutte le forze politiche nella delicata fase degli assetti istituzionali dei due rami del Parlamento. Prendono atto della disponibilità dei 5 stelle di convenire sulle posizioni espresse e di votare un candidato alla presidenza del Senato di larga condivisione indicato dal centrodestra. E sottopongono all'attenzione di tutti i gruppi l'autorevole figura della senatrice Alberti Casellati.

Inoltre, invitano i 5 stelle ad esprimere una candidatura che abbia le ennesime caratteristiche di quelle espresse dal candidato del centrodestra. E quindi non è pienamente adatta la figura di Fraccaro, si conclude.

"Abbiamo proposto Riccardo Fraccaro. Loro hanno posto un veto su Fraccaro e lui ha deciso di fare un passo indietro per il bene del movimento. Con lui abbiamo tutti un debito". Lo afferma Luigi Di Maio all'assemblea del M5S.

Il Pd invece per entrambe le Camere vota i candidati di bandiera Fedeli -Giachetti.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X