Martedì, 18 Settembre 2018
STATI UNITI

California, armato fa irruzione in un ospizio per reduci di guerra: 4 morti

sparatoria ospizio california, Sicilia, Mondo
Sparatoria in un ospizio per reduci di guerra in California

WASHINGTON. Tre donne e il loro sequestratore sono stati ritrovati morti in un ospizio per veterani in California, dopo una sparatoria seguita a diverse ore di inutili trattative con la polizia.

Le tre donne erano operatrici di un programma per il recupero di veterani affetti da stress post-traumatico.
I corpi dei quattro sono stati scoperti quasi otto ore dopo che l’uomo armato si era infiltrato in una festa d’addio in un edificio in cui vengono assistiti i veterani di guerra dell’Iraq e dell’Afghanistan.

Parecchie ore dopo la sparatoria l'uomo è stato identificato. Si tratta di Albert Wong, 36 anni, che aveva servito un anno in Afghanistan tra il 2011 e il 2012.
Le vittime erano tre operatrici di un programma del Pathway Home per il recupero di ex militari affetti da disturbo da stress post-traumatico (Ptsd): una psicologa, Jennifer Gonzales di 29 anni, il direttore esecutivo Christine Loeber di 48, e il direttore clinico Jennifer Golick, 42.

Secondo le autorità locali, l’uomo era un ex paziente del programma dal quale - ha riferito un parente di una delle vittime - era stato recentemente espulso.
Wong si sarebbe introdotto in una festa di addio per alcuni impiegati del Pathway Home, prendendo in ostaggio alcune persone e lasciandone libere altre. L’assedio sarebbe durato alcune ore.

Dopo una sparatoria con la polizia locale, non si sarebbe sentito più nulla fino al ritrovamento dei quattro corpi.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X