Mercoledì, 19 Dicembre 2018

La peri-implatite, e' frequente ma e' evitabile?

Salute e Benessere
La peri-implatite, e' frequente ma e' evitabile?
© ANSA

La peri-implantite è l'infiammazione della mucosa attorno agli impianti dentali accompagnata dalla perdita di osso. E' la principale complicazione biologica attorno agli impianti dentali ed è, purtroppo, molto comune. Una revisione del 2008 ha dimostrato che la peri-implantite può colpire dal 28 a oltre il 56% dei pazienti portatori di impianti coinvolgendo dal 12 al 43% degli impianti. L'incidenza della peri-implantite è particolarmente drammatica nei fumatori ed in pazienti che, dopo il posizionamento implantare, non seguono un'accurata programma di igiene professionale. Un elemento molto importante da considerare è che la struttura dei tessuti molli attorno agli impianti è leggermente diversa rispetto ai denti. Queste condizioni determinano, in presenza degli stessi batteri della parodontite, una rapida progressione della malattia peri-implantare, con un più veloce riassorbimento osseo. C'è una forte evidenza che pazienti con storia di parodontite siano maggiormente colpiti da peri-implantite così come i pazienti con scarsa igiene orale ed i fumatori. Alcuni studi dimostrano inoltre che il diabete e il consumo smoderato di alcool possono essere connessi alla malattia, altri ancora puntano il dito verso le superfici implantari e caratteristiche genetiche del paziente.
    Per prevenire la peri-implantite è necessario che i pazienti con malattie parodontali siano adeguatamente trattati prima di inserire gli impianti, raggiungendo ottime condizioni di igiene orale ed assenza di tasche.
    In caso di diagnosi di peri-implantite, il parodontologo può tentare di trattare la lesione utilizzando dapprima una metodica non chirurgica. Molto frequentemente però la chirurgia è necessaria e può essere di tipo resettivo (che comporta una certa eliminazione di osso e gengiva per eliminare la tasca attorno all'impianto) o di tipo rigenerativo (che comporta la ricostruzione di parte dei tessuti persi). La scelta della tecnica più corretta dipende da diversi fattori fra cui l'impatto estetico, la posizione dell'impianto e l'entità della lesione peri-implantare. La prevedibilità del successo clinico però spesso è difficile e in alcuni casi può essere necessaria la rimozione dell'impianto. Pertanto, il trattamento moderno dei pazienti che ricevono impianti si basa su una valida prevenzione della peri-implantite. 
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X