Mercoledì, 12 Dicembre 2018

Cosa c'è dietro l'angolo, lo rivela il laser 'intelligente'

Scienza e Tecnica
Illustrazione del nuovo sistema laser per la rilevazione di oggetti fuori dal campo visivo (fonte: Stanford Computational Imaging Lab)
© ANSA

Cosa ci attende dietro l'angolo lo rivela un nuovo sistema laser 'intelligente', capace di tratteggiare in pochi secondi la sagoma dell'oggetto nascosto analizzando le traiettorie delle particelle di luce che gli sono rimbalzate addosso. Particolarmente efficace nell'identificare elementi catarifrangenti come giubbotti d'emergenza e segnali stradali, potrebbe essere impiegato nei veicoli a guida autonoma, ma anche nei sistemi di sorveglianza aerea del territorio e nel soccorso di persone bloccate da muri e macerie. Presentato sulla rivista Nature, il sistema è stato messo a punto dalla Stanford University, in California.

"Può sembrare una magia, ma l'idea di visualizzare cioò che è fuori dal campo visivo è già possibile", spiega il coordinatore dello studio Gordon Wetzstein, assistente universitario di ingegneria elettrica. "La sfida sostanziale è trovare un modo per estrapolare la struttura 3D dell'oggetto nascosto dalle misure che costituiscono un semplice rumore di fondo", sottolinea il co-autore David Lindell. "Credo che il grande impatto che può avere questo metodo sta nella sua efficienza da un punto di vista computazionale". Per questo i ricercatori hanno sviluppato in laboratorio un nuovo sistema laser ultra veloce, che sfrutta un rilevatore così sensibile da registrare ogni singola particella di luce.

Quando il laser invia un impulso di luce ad un muro, questo rimbalza e va a colpire l'oggetto che si trova 'dietro l'angolo', fuori dal campo visivo, per poi tornare a colpire il muro e quindi il rilevatore. Una volta completata la scansione (che può richiedere due minuti come un'ora di tempo, in base alle condizioni di luce e alla riflettanza dell'oggetto), entra in azione un algoritmo che analizza le traiettorie seguite dalla luce, arrivando a definire la sagoma dell'oggetto in meno di un secondo.

Il sistema è così efficiente da poter funzionare su un normale computer portatile, e in futuro potrebbe essere ulteriormente velocizzato per dare il responso in maniera quasi istantanea.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X