Venerdì, 21 Settembre 2018

Human+, il mondo che ci aspetta

(ANSA) - ROMA, 28 FEB - Le bambole scacciapensieri semiviventi; lo speciale apparato che permette di esplorare il mondo come una formica; la macchina avatar, per avere una visione extracorporea di se stessi. E poi il primo cyborg vivente al mondo, l'impossibile storia d'amore tra due bracci meccanici, e le montagne russe eutanasiche, per togliere la vita a un essere umano con euforia ed eleganza. Sono solo alcune delle sorprendenti opere, a metà tra arte e scienza, esposte nella grande mostra "Human+. Il futuro della nostra specie" a Roma fino al 1 luglio presso il Palazzo delle Esposizioni.
    Concepita e presentata per la prima volta da Science Gallery presso il Trinity College di Dublino, la mostra a cura di Cathrine Kramer arriva in versione itinerante (composta da 5 sezioni) con la collaborazione di Fondazione Mondo Digitale.
    Circa 40 opere, tra installazioni, fotografie, film e sculture, realizzate da artisti, designer e scienziati per un percorso sorprendente che cerca di immaginare le possibilità per il futuro dell'umanità.
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X