Martedì, 19 Giugno 2018

Hiroshige, il Maestro amato da Van Gogh

(ANSA) - ROMA, 28 FEB - Van Gogh impazziva per la sua tecnica, ne ammirava il segno, l'uso del colore, l'armonia della composizione. E lo studiava accanito, al punto da arrivare a copiarlo in due dei suoi quadri; Degas ne rivisitò il segno nelle sue ballerine, Monet ne replicò, alla sua maniera, le esotiche vedute. Lontano dall'Europa per geografia e cultura, il giapponese Utawaga Hiroshige, "Maestro della pioggia e della neve" come lo chiamavano in patria, ha avuto un'enorme influenza su certa parte dell'arte visiva d'Occidente, dalla ricerca dell'impressionismo fino ai fumetti e alla grafica digitale dei nostri giorni. A celebrarne la raffinata meraviglia, arriva ora a Roma, "Hiroshige. Visioni dal Giappone", una sontuosa monografica allestita alle Scuderie del Quirinale dal 1/3 al 29/7, con pezzi rari e tanti inediti che per la prima volta escono dagli scaffali del Museum of Fine Arts di Boston, depositario di alcune tra le più importanti collezioni di maestri dell'ukiyoe, quella che veniva definita l'arte del Mondo Fluttuante.
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X