Lunedì, 25 Giugno 2018
MALTEMPO

Meteo: neve anche a Napoli, ma in Sicilia nel weekend sole e 20 gradi

ROMA. Il freddo che si è abbattuto sull'Italia si prepara a raggiungere il suo apice domani mattina, con minime fino a -6/7 gradi in pianura. A dirlo è Bernardo Gozzini, direttore del Consorzio Lamma-Cnr. E precisa che il gelo sta per allentare la sua morsa. "Da giovedì pomeriggio - dice - le temperature cominceranno ad aumentare e la neve gradualmente si trasformerà in pioggia".

E al Sud e in Sicilia, l'ondata di freddo passera più rapidamente. Nel weekend, infatti, sono previste massime di 18-20 gradi, almeno 15 in più di questi giorni.

Il cambiamento del tempo, secondo Gozzini, darà le sue prime avvisaglie domani pomeriggio con la modifica "della circolazione dell'aria fredda, che richiamerà una perturbazione dall'Atlantico. Questa avrà come effetto un graduale e lento rialzo delle temperature, che si riporteranno nelle medie del periodo".

A seguito della perturbazione si avranno comunque nevicate, tra giovedì e venerdì, su costa toscana e ligure, ma anche in Pianura Padana, Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e in Friuli (nella notte fra mercoledì e giovedì e nella mattinata di giovedì). Da giovedì pomeriggio, con l'aumento delle temperature, la neve tenderà a trasformarsi in pioggia.

"La colonnina di mercurio - aggiunge il direttore del Consorzio Lamma-Cnr - si riallineerà domenica su valori normali per il periodo. Le massime saranno di 8-10 gradi, le minime anche sopra lo 0. Al Sud, dove l'afflusso di aria sarà ancora più caldo, avremo temperature massime di 18-20 gradi".
Un'escursione termica che potrà costituire un problema soprattutto per anziani e bambini.

A Roma resta confermata la possibile nevicata di giovedì mattina. Nella capitale interventi anti ghiaccio sulle strade, dal centro storico fino alle rampe del Grande Raccordo Anulare.

Per tutta la notte i mezzi spargisale hanno lavorato per sgomberare e mettere in sicurezza tutte le rampe del Gra, i Lungotevere, via Tiburtina, via Cristoforo Colombo, via Collatina, via di Malafede, la Tangenziale da Batteria Nomentana a viale Castrense.

Le squadre Ama sono intervenute sia sulle grandi direttrici periferiche, come la Tuscolana e via Appia, e sulle strade centrali come del Corso, via dei Fori Imperiali, fino alle piazze storiche come piazza del Popolo, piazza Navona, largo Torre Argentina. Interventi anche nei pressi delle stazioni ferroviarie, delle fermate delle linee metro e degli autobus.

La neve intanto ha imbiancato anche Napoli. Ma se da un lato ci sono le immagini da cartolina, dall'altro ci sono gli effetti: scuole chiuse, traffico bloccato all'aeroporto di Capodichino, circolazione fortemente rallentata per il nodo ferroviario, con i servizi ridotti dell'Alta Velocità tra Napoli e Roma, e caos su diverse arterie stradali di accesso alla città.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X