Martedì, 18 Settembre 2018

Le città si aprono alle nuove Audi omologate mild hybrid

Motori
Le città si aprono alle nuove Audi omologate mild hybrid
© ANSA

ROMA - Audi ha ottenuto l'omologazione ibrida per i suoi modelli A4, A4 Avant, A5 Coupé, A5 Sportback e A5 Cabriolet 2.0 TFSI - oltre che per le nuove gamme A8 e A7 Sportback. Tutte queste auto sono dotate del sistema Audi mild-hybrid (MHEV) a 12 Volt o 48 Volt a seconda dei modelli. Grazie a questo 'aggiornamento' della classificazione, Audi porta 'in dote' per questo lungo elenco di auto importanti vantaggi per il cliente come la riduzione dei consumi (fino a 0,7 litri di carburante ogni 100 chilometri per A8 e A7 Sportback) e delle emissioni oltre a sostanziali agevolazioni per ciò che riguarda bollo, accesso alle ZTL e parcheggi.

La tecnologia mild-hybrid Audi - si legge nella nota delal Casa dei Quattro Anelli - è il passepartout per il centro urbano, in quanto la nuova omologazione mild-hybrid permette l'esenzione dal pagamento del bollo in dieci Regioni e due Province autonome italiane.

In aggiunta, questi modelli non sono soggetti ai blocchi del traffico, accedono senza ticket alle ZTL e all'Area C di Milano oltre possono parcheggiare gratuitamente nelle aree di sosta contrassegnate dalle strisce blu. In dettaglio Audi A4, A4 Avant, A5 Coupé, A5 Sportback e A5 Cabriolet sono caratterizzate dal sistema MHEV a 12 Volt accoppiato ai motori 2.0 TFSI da 190 e 252 Cv. Un generatore a cinghia da 12 Volt consente l'ottimizzazione della funzione start&stop e permette lo spegnimento e la riaccensione del motore per avanzare per inerzia (il cosiddetto 'veleggio') a qualsiasi velocità. Il sistema permette inoltre di utilizzare l'energia cinetica in fase di recupero e impiegarla per ricaricare la batteria.

Audi A8 e A7 Sportback sono invece proposte di serie con il sistema MHEV (mild-hybrid electric vehicle) basato su di una rete di bordo principale a 48 Volt. Una soluzione tecnica che integra una batteria compatta agli ioni di litio e un alternatore-starter azionato a cinghia, collegato all'albero motore. Nel campo di velocità compreso tra 55 e 160 km/h, quando il conducente rilascia il pedale dell'acceleratore, l'ammiraglia e la nuova Gran Turismo Audi possono avanzare per inerzia (veleggiare) con il motore spento, quindi a emissioni zero, per un massimo di 40 secondi. Non appena il guidatore accelera nuovamente, l'alternatore-starter azionato a cinghia esegue un processo di riavvio tanto rapido quanto impercettibile. Il sistema a 48 Volt porta in dote un'elevata potenza di recupero, fino a 12 kW, e la possibilità di ricorrere allo start/stop già a partire da 22 km/h.

Il rafforzamento dell'offerta ibrida s'inserisce nel piano di elettrificazione della gamma Audi, che già comprende le versioni e-Tron di A3 Sportback e Q7 con tecnologia plug-in. Un impegno che include il sostegno a molteplici programmi di sviluppo delle infrastrutture di ricarica in Sardegna, a Campiglio e in Alta Badia, il progetto Eva+ e il recente accordo strategico con Enel per la fornitura di servizi legati all'acquisto della nuova e-tron, la nuova vettura elettrica della Casa dei quattro anelli. Una road map che nei prossimi sette anni prevede l'elettrificazione di venti modelli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X