Mercoledì, 21 Febbraio 2018

Turismo pluriesperienziale al T&O Parma

Viaggi
© ANSA

RIMINI - Nel 2016, 528 mila stranieri hanno raggiunto l'Italia avendo come motivazione principale della vacanza la pratica di uno sport, generando 2,8 milioni di pernottamenti e una spesa di 271 milioni di euro (fonte Banca d'Italia). Secondo l'Istat è 'attivo' o meglio sportivo il 4,7% dei viaggi effettuati dagli italiani sempre nel corso dello stesso anno. Anche per il viaggio in camper il 2017 ha fatto registrare un +19,5% di veicoli immatricolati. Il turismo moderno è sempre più 'attivo e pluri-esperienziale', in cerca di una meta mai scontata, di attrezzature performanti, e di un'esperienza di viaggio che metta costantemente in gioco mente e corpo. A questo tipo di vacanza si rivolge T&O - Festival Turismo e Outdoor - il nuovo appuntamento di Fiere di Parma, realizzato in collaborazione con Apc (Associazione Produttori Caravan e Camper), che prenderà il via giovedì 15 febbraio. Il salone ospita anche il Bike Spring Festival (16-18 febbraio) e il Parma Golf Show (17-19 febbraio).
    T&O è un salone pensato per soddisfare una community sempre più emergente ed esigente: aree test specifiche per walking, climbing, una vasca oversize per canoa e kayak, percorsi attrezzati per provare direttamente materiali da arrampicata, tende, camper ma anche materiali tecnici e mazze da golf. 100 mila mq dedicati ai mezzi e alle destinazioni del turismo plein air per organizzare la prossima vacanza. In esposizione oltre 200 aziende.
    "Il confronto diretto con i consumatori per produttori e operatori turistici - commenta Antonio Cellie, amministratore delegato di Fiere di Parma - è stimolante, faticoso ma secondo noi inevitabile. Con T&O abbiamo voluto trasferire questo approccio business-to-consumer anche al mondo del bike, al settore outdoor e alle destinazioni turistiche".
    Nasce così per il pubblico di T&O il più grande anello indoor in Italia (700 mt) per gare di MTB, di e-bike ma anche per consentire di testare i numerosi modelli presenti: ipertecnologici e connessi.
    Ricco anche il palinsesto di proposte per un "turismo del gusto". Un italiano su tre ha svolto almeno un viaggio motivato dall'enogastronomia negli ultimi tre anni; dopo Toscana, Sicilia e Puglia è l'Emilia-Romagna la regione più desiderata. Le proposte degli operatori per il pubblico si fanno anche 'culturali' e 'green', come la Via del Sale dei monaci cistercensi di Chiaravalle che attraversa la riserva naturale del parco dello Stirone e del Piacenziano e il castello di Castelnuovo Fogliani; Hiking Europe, una rete di 1.170 km di trekking che si dipana tra Italia (Emilia-Romagna), Spagna, Croazia e Irlanda; o gli itinerari di Piero della Francesca e Dante fino a quelli nelle terre verdiane. Spazio anche alla letteratura e alla fotografia con presentazioni di libri e agli scatti di fotografi specializzati. (ANSA).
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X