Martedì, 21 Agosto 2018

Coldiretti, pasta simbolo Made in Italy per 58% italiani

Terra e Gusto
Coldiretti, pasta simbolo Made in Italy per 58% italiani
© ANSA

Per quasi 6 italiani su 10 (58%) la pasta è il vero simbolo del Made in Italy nel mondo, seguita dall'olio extravergine d'oliva (19%) e dal vino (18%). Emerge da un sondaggio Coldiretti/Ixè lanciato in occasione del Pasta Day organizzato a Roma all'Hotel Ergifeper celebrare l'entrata in vigore dei due decreti interministeriali sull'indicazione dell'origine obbligatoria del riso e del grano per la pasta in etichetta pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale.

Gli italiani sono i maggiori consumatori di pasta con 23,5 kg a testa - prosegue Coldiretti - davanti a Tunisia (16 kg), Venezuela (12 kg), Grecia (11,2 kg), Svizzera (9,2), Usa e Argentina (8,8 kg), tallonati da Iran e Cile (8,5 kg) e Russia (7,8 kg). Non è un caso - precisa - che l'80% degli italiani mangia pasta o pane almeno una volta al giorno. Per quanto riguarda la qualità - secondo Coldiretti - la tendenza è verso la pasta con grani 100% italiani e con un'immagine di forte legame ai territori di origine. Una tendenza - spiega l'associazione - che ha portato al prepotente ritorno dei grani nazionali antichi.


Coldiretti lancia allarme, quotazioni riso dimezzate
"Oggi gli agricoltori devono vendere ben quattro chili di riso per pagarsi un caffè, a causa di speculazioni e inganni che colpiscono le risaie e danneggiano i consumatori". Nell'ultimo anno mentre il prezzo di un chilo di riso sullo scaffale è rimasto stabile (valore medio di circa 3 euro), i prezzi riconosciuti agli agricoltori hanno subito contrazioni consistenti: dal -58% per l'Arborio al - 57% per il Carnaroli, dal -41% per il Roma al -37% per il Vialone Nano. Lo denuncia la Coldiretti in occasione del Pasta Day a Roma. Per la Coldiretti "la situazione è drammatica e mette a rischio il primato nazionale in Europa dove l'Italia è il primo produttore di riso con 1,50 milioni di tonnellate su un territorio coltivato da circa 4mila aziende di 234.300 ettari, che copre circa il 50% dell'intera produzione Ue con una gamma varietale del tutto unica".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X