Sabato, 20 Ottobre 2018

Mogherini, se Ue supera frammentazioni è superpotenza Difesa

News
Mogherini, se Ue supera frammentazioni è superpotenza Difesa
© ANSA

BRUXELLES - "Se prendiamo i bilanci per la difesa di tutti i paesi dell?Ue, uniti siamo la seconda potenza di difesa al mondo. Insieme spendiamo più o meno il 50% di ciò che spendono gli Usa. Ma in termini di risultato, produciamo solo il 15 per cento di quello che producono gli americani. Ed è questo èil gap che dobbiamo colmare". Così l'Alto rappresentante dell'Ue Federica Mogherini in occasione della presentazione del Rapporto 2018 di ItaliaDecide sulle tecnologie duali, civile e militare, alla Camera dei deputati.

 

"Se investiamo ognuno per conto proprio, non sfruttiamo le economie di scala". Ma "se superiamo la nostra frammentazione e se investiamo nell?essere Unione, siamo una superpotenza", ha evidenziato Mogherini spiegando come l'Ue della difesa, progetto per cui si sta impegnando in prima persona, sta diventando "un attore fondamentale della sicurezza a livello globale". In questo quadro l'Italia, che "riconosce nella difesa europea una grande opportunità, e quindi una priorità", "può essere uno dei paesi motore di questo nuovo progetto europeo". "L?Europa della difesa nasce in questi mesi, e nasce sull?onda dei sessant?anni dei Trattati di Roma. Nasce come reazione dei Ventisette Paesi che resteranno nell?Unione, per rilanciare il progetto di integrazione europea. Nasce come opportunità da cogliere, per tutti noi", avverte la leader della diplomazia europea.

 

"Un?opportunità per investire insieme - sottolinea - per innovare, per creare occupazione, per dotare i nostri militari delle tecnologie più all?avanguardia. Per costruire insieme la sicurezza del nostro continente. Con strumenti militari e con strumenti civili perché il tratto distintivo di noi europei è e resta quello di dosare in maniera intelligente hard e soft power. Perché sappiamo benissimo che non esiste crisi o minaccia al mondo che possa essere affrontata unicamente con strumenti militari". "Ma dobbiamo fare attenzione - conclude - l?Europa unita non può essere solo quella della difesa. L?integrazione europea deve ripartire anche in altri settori fondamentali per la vita degli europei: l?economia, la moneta, gli investimenti, la solidarietà, le politiche sociali, e le opportunità per i giovani".

 

© Riproduzione riservata

Con il contributo del Parlamento europeo
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X