Martedì, 20 Febbraio 2018

Il diario di Giovanni Caccamo: «Incontri, interviste, sorrisi e tanta stanchezza»

«Durante il Festival le giornate sono letteralmente folli», raccontava ieri pomeriggio Giovanni Caccamo, reduce anche lui da una notte insonne ma da una mattina carica di «incontri, interviste, sorrisi e tanta stanchezza».

Dopo l’esibizione della prima sera e una giornata fitta di impegni, ieri sera per lui riposo e festival visto dalla televisione in albergo: «Domani mattina (riferendosi a oggi, ndr.) spegnerò tutte le mie connessioni e mi “blinderò” dal mondo, anche perché poi cantare dopo giornate così intense diventa difficile, e l’esibizione è la cosa più importante».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X