Sabato, 21 Luglio 2018
TV

L'ultima estate di Sarah: un docu-film racconterà la vicenda di Avetrana

di

PALERMO. A quasi otto anni dal delitto di Avetrana,  la docu-fiction intitolata «Il terzo Indizio», in onda da martedì 16 gennaio su Retequattro, riparte con un  docu- film sulla giovane Sarah Scazzi.

Sarà Barbara De Rossi a dirigere il programma che ha deciso di raccontare la vicenza che ha avvolto la famiglia Scazzi- Misseri quel pomeriggio di fine estate. Una storia contorta, che si è conclusa con la sentenza in cassazione, dove i giudici hanno stabilito che Sarah è stata uccisa da zia Cosima e dalla cugina Sabrina, mentre zio Michele è colpevole di soppressione di cadavere.

Un racconto dell'ultima estate della ragazza, piena di eventi, uscite con gli amici e momenti in famiglia, che nasconde però un tragico epilogo inaspettato. Le confessioni e le accuse, i processi e le interviste, tracceranno la strada che porta alla verità di un omicidio che ancora oggi ci  lascia perplessi.

Sarah, zio Michele, Sabrina, Cosima e Concetta, non mancherà nessuno all'appello per la ricostruzione di ogni tassello che ha portato alla scoperta della dinamica.

La 15enne di Avetrana, scompare nel pomeriggio del 26 agosto 2010 e viene poi ritrovata senza vita in un pozzo un mese e mezzo dopo. Un delitto che si è consumato nel contesto familiare, tra la disperazione composta della madre e le omissioni e bugie dello zio Michele e di Sabrina davanti alle telecamere dei programmi tv di tutta italia.

Il film-documentario, ricostruirà gli ultimi mesi di vita della giovane ragazza, anche attraverso interviste e immagini inedite delle due famiglie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X